Che cos’è il Cashback, la misura del Governo per incentivare i pagamenti senza contanti: ecco come riavere il 10% delle proprie spese semestrali e annuali.

Una delle novità più importanti tra quelle messe in atto dal Governo per eliminare i pagamenti cash è l’introduzione del Cashback di Stato. Si tratta di una misura che invita tutti a pagare sempre, o quasi, con la carta o con altri metodi di pagamento virtuali, con l’obiettivo di ridurre al minimo l’evasione fiscale. In cambio, chi raggiungerà determinate quote di transazioni digitali avrà indietro il 10% della propria spesa fino a un massimo di 150 euro a semestre e 300 euro annuali. Ma come funziona in pratica il Cashback di Governo? Scopriamolo insieme!

Cashback di Stato: come funziona nella pratica

Il piano, promosso e voluto fortemente dal premier Giuseppe Conte, partirà nel dicembre 2020, secondo quanto riferisce Il Sole 24 ore. Il meccanismo è semplice, e si basa su una serie di regole riguardanti le transazioni e che dovrebbero imbrogli da parte dei soliti ‘furbetti’.

Una carta per il pagamento e un PC

Questi principali punti del piano del Governo, anche se il ‘regolamento’ deve ancora essere ufficializzato:

– Per accedere alla restituzione del 10% della spesa bisognerà avere un minimo di 50 operazioni a semestre tramite moneta elettronica
– Il massimo di rimborso semestrale sarà di 150 euro (300 in un anno)
– Il limite di spesa delle operazioni che vedranno applicato il cashback sarà di 1500 euro a semsetre
– Ogni membro della famiglia avrà il profilo legato a un conto IBAN e non si potranno cumulare le transazioni tra differenti membri di un nucleo familiare

Per poter usufruire del Cashback, a quanto pare, sarà fondamentale l’utilizzo dell’app IO della Pubblica Amministrazione, già utilizzata dagli utenti per il bonus vacanze. Tramite l’applicazione infatti ogni persona potrà visualizzare anche la propria situazione per quanto riguarda il concorso Super Cashback.

Cos’è il Super Cashback?

L’altro grande incentivo del piano per tagliare i pagamenti in contanti è il Super Cashback, un concorso a premi per i primi 100mila cittadini che arriveranno a raggiungere il maggior numero di transazioni digitali. I fortunati vincitori avranno un premio di 3mila euro. Ricordiamo che i pagamenti con moneta digitale non riguardano solo l’utilizzo delle carte, ma anche quelli effettuati tramite smartphone, attraverso servizi come Satispay, Nexi e simili.

Ecco un post di Instagram in cui viene illustrato il Cashback di Stato:

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


The Haunting of Bly Manor: su Netflix arriva la stagione 2 della serie TV horror

Le nuove app Google per aiutare le persone con disabilità