Come comportarsi durante e dopo un black out: ecco cosa fare e cosa evitare quando manca la corrente.

Un black out è un‘interruzione di corrente elettrica che causa la rottura del flusso di energia elettrica fornito da una rete elettrica. Può essere causato da un guasto alla rete, da un impianto elettrico che viene spento, o da un disastro naturale. In ogni caso, è sempre una noia e un fastidio per chi lo subisce. Ma cosa possiamo fare per sopravvivere alla momentanea assenza di corrente? Scopriamo insieme alcuni consigli.

Cosa fare durante un black out

Non c’è modo di sapere quando potrebbe verificarsi un black out, quindi è importante essere preparati. Se si rimane senza energia, ci sono alcune cose che si possono fare per restare al sicuro. Prima di tutto, assicurati di avere una torcia elettrica e dei fiammiferi in un posto facilmente accessibile. Se la corrente manca per un periodo di tempo prolungato, avrai anche bisogno di una radio a batterie per tenerti aggiornato sulle emergenze.

Fiammiferi
Fiammiferi

Se è sicuro, guardati intorno e vedi se riesci a identificare il problema. Se ce la fai, prova a risolverlo da solo; se non ce la fai, chiama un professionista. Considera poi la temperatura. Se fuori c’è freddo, vestiti con diversi strati e resta al caldo. Puoi usare anche coperte, piumoni o sacchi a pelo. Se invece fa caldo, cerca di rimanere in un’area fresca e ombreggiata. Bevi molti liquidi per rimanere idratato.

Se hai un fornello a gas, non usarlo per cucinare. Se hai un generatore, non usarlo per alimentare gli elettrodomestici. Spegni tutti gli elettrodomestici e i dispositivi elettronici. Questo aiuterà a risparmiare energia e a prevenire danni che potrebbero essere causati da un sovraccarico di energia. Se hai degli animali domestici, assicurati che abbiano abbastanza cibo e acqua. Qualora dovessi lasciare casa, assicurati di portare con te tutto l’occorrente necessario: una torcia, dei fiammiferi e una già citata radio.

Come prepararsi per un’interruzione di corrente prolungata

Un’interruzione di corrente prolungata, anche se magari programmata per dei lavori, rimane sempre disorientante e anche pericolosa, quindi è importante essere preparati. La prima cosa da fare è pianificare. Decidi cosa farai se la corrente non tornerà per un lungo periodo di tempo. Ti riunirai con altre persone in un posto, oppure resterai isolato nel caso di emergenze?

Se hai un generatore, assicurati di saperlo usare e di avere abbastanza carburante per poterlo far funzionare per un po’. Se non ne hai uno, o se non è sufficiente per alimentare tutta la casa, considera l’acquisto di un impianto solare o eolico.

Avrai anche bisogno di scorte di cibo e acqua. Il cibo non-deperibile è una buona opzione, così come l’acqua conservata in contenitori ermetici. Assicurati di avere un modo per cucinare il cibo e far bollire l’acqua, sia con una cucina a gas che una cucina da campeggio. È anche una buona idea avere un piano di backup per la comunicazione. In caso di black out prolungato, potrebbe non essere possibile ottenere informazioni dal mondo esterno. Hai un piano per comunicare con i familiari e gli amici, sia di persona che online?

Infine, preparati alla possibilità del caos. Senza corrente, senza comunicazioni, e senza cibo, le persone potrebbero diventare molto nervose. Assicurati di avere alcune basi per la difesa personale nel caso di saccheggi o altra violenza. Questi sono alcuni dei modi in cui puoi prepararti per un black out prolungato. Preparandoti, potrai ridurre al minimo i disservizi e i pericoli che un black out può causare.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 23-06-2022


Al via a Spoleto il Festival dei due mondi 2022: il programma di un evento unico

Covid e aria condizionata, quali rischi ci sono: la manutenzione è d’obbligo