Antonino Cannavacciuolo ha convertito i suoi bistrot di Torino e Novara per la consegna e domicilio e il servizio d’asporto! Quanto costa il menù da gustare a casa?

Gli chef stellati italiani si reinventano in periodo di pandemia e puntano sulle consegne a domicilio e l’asporto. Anche Antonino Cannavacciuolo ha attivato delivery e take away nel bistrot di Torino e di Novara, anche se con piccole differenze, mentre non c’è ancora una data di apertura per l’ambita Villa Crespi. Ma quanto costa il menù d’asporto del grande chef? Scopriamolo insieme!

Quanto costa il menù al bistrot di Torino

Antonino Cannavacciuolo
Antonino Cannavacciuolo

A Torino, per non rinunciare al gusto, il bistrot di Cannavacciuolo ha attivato sia la consegna a domicilio che l’asporto per i suoi clienti. Il servizio è attivo a pranzo e cena dal lunedì al sabato mentre la domenica solo a pranzo.

Il menù ha un prezzo fisso di 55 euro che comprende antipasto, primo, secondo e dolce. Le sorprese non sono finite qui, nel bistrot di Torino infatti si potrà anche optare per la scelta del menù alla carta con tre proposte per ogni portata e inoltre è presente una selezione di ottimi vini da abbinare ai piatti.

Piatti delivery al bistrot di Novara di Cannavacciuolo

Per la sede di Novara il servizio attivo dal martedì alla domenica è solo quello della consegna a domicilio in città e alcuni comuni limitrofi, come si legge nella sezione del sito dedicata al delivery. In questo caso la selezione di piatti è totalmente differente: le proposte per antipasti, primi, secondi e dolci sono super golose e adatte anche ai palati più esigenti.

Qui il prezzo varia a seconda della scelta: ci sono antipasti che partono dai 2 euro di spesa mentre il secondo più prelibato è sicuramente il pescato del giorno che arriva a costare 16 euro a porzione. Anche scegliere il dolce sarà difficile, in lista ce ne sono ben sette, tutti al prezzo di 5 euro a porzione.

Chef stellati e delivery

Il famoso Antonino Cannavacciuolo non è il solo che ha optato per il delivery nonostante i suoi bistrot siano prossimi alla riapertura (23 maggio), anche Carlo Cracco ha fatto asporto e consegne a domicilio nel suo ristorante di Milano e non solo.

Sono tantissimi gli chef stellati in tutta Italia che hanno deciso di stare al passo con i tempi e proporre alla clientela soluzioni sicure e comode, per non perdersi il piacere di mangiare bene anche se a casa!

Il lockdown fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

7 minuti al giorno per un corpo da favola!

TAG:
Antonino Cannavacciuolo people

ultimo aggiornamento: 20-05-2020


Harry e Meghan, l’addio costa caro: dovranno rimborsare 2,4 milioni

Alena Seredova mamma per la terza volta: “Benvenuta principessa”