Bebe Vio a Che tempo che fa parla dei suoi nuovi progetti e delle avversità che l’hanno condotta all’oro di Tokyo.

“Esempio di forza, luce, solarità. Il meglio che c’è”, così Fabio Fazio ha presentato Bebe Vio, prima ospite di Che tempo che fa. Un simbolo per l’Italia, simbolo di bellezza, saggezza, valore. Simbolo anche dello sport azzurro che mai come quest’anno può sentirsi orgoglioso.

Oro nel fioretto a Rio 2016 e a Tokyo 2020 – solo alcune di una lunga serie di medaglie – Bebe è la vittoria sulle avversità. “Ad aprile è stata dura, ho rischiato la vita per un’infezione. Ero la prima a non credere di farcela in quei momenti, devo tantissimo ai miei preparatori e al mio fisioterapista”, racconta ad un Fabio Fazio visibilmente commosso. “Da piccola dicevo a mio papà di volermi suicidare, buttandomi dal letto. Per fortuna non l’ho fatto, perché la vita mi ha riservato tante belle sorprese”.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

E, infatti, ora ha una barbie con la rappresenta, ha incontrato il Papa e vari capi di stato, ed è attivissima sul fronte dello sport inclusivo grazie all’associazione art4sport e al progetto Nike Bebe Vio Academy. Non ultimo, vanta una collezione di ori, argenti e bronzi.

“Se sembra impossibile, allora si può fare” è il suo segreto.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 10-10-2021


Ballando con le Stelle apre in bellezza: Pippo Baudo primo ballerino per una notte

Luciana Littizzetto: “Mio figlio vendeva i miei autografi a scuola”