Aurora Ramazzotti si è sfogata via social per gli apprezzamenti volgari ricevuti mentre stava praticando sport all’aria aperta.

Aurora Ramazzotti ha affidato ai social il suo duro sfogo contro il catcalling, ovvero gli apprezzamenti, i fischi e gli schiamazzi ricevuti (presumibilmente da parte di alcuni sconosciuti) mentre stava praticando sport all’aria aperta. “Possibile che nel 2021 succede ancora il fenomeno del Catcalling?! Appena mi tolgo la giacca sportiva perché sto correndo e fa caldo devo sentire fischi, commenti e altre schifezze. Mi fa schifo e se sei una persona che lo fa, mi fai schifo”, ha tuonato via social.

Aurora Ramazzotti vittima di catcalling

Aurora Ramazzotti si è mostrata in abiti sportivi e visibilmente sudata mentre praticava sport all’aperto, e a seguire con un duro sfogo ha denunciato un episodio che le sarebbe capitato pochi istanti prima, proprio mentre stava svolgendo i suoi esercizi.

Aurora Ramazzotti
Aurora Ramazzotti

Qualcuno le avrebbe rivolto degli apprezzamenti indesiderati, e la figlia di Eros Ramazzotti non ha mancato di condannare il gesto pubblicamente: “Sono l’unica che ne è vittima costantemente nonostante mi vesta da maschiaccio?”, ha tuonato, e ancora: “Chi fa queste cose mi fa schifo”. In tanti via social hanno concordato con lei e le hanno mostrato il loro sostegno.

La vita privata di Aurora

Aurora Ramazzotti è felicemente fidanzata con Goffredo Cerza, che ha detto essere “il primo grande amore della sua vita”. Sui social la figlia di Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker affronta spesso tematiche complesse e delicate, non ultima quella del catcalling.

In passato Aurora ha espresso il suo dolore per i continui attacchi della stampa nei suoi confronti e per gli ingiusti paragoni con sua madre Michelle Hunziker. La ragazza ha anche ottenuto il sostegno dei fan quando ha mostrato il suo volto coperto di acne manifestando il suo desiderio di sconfiggere i pregiudizi.


Chiara Ferragni, l’annuncio: “Regalo tutto”

Madonna, la denuncia per il fotoritocco: “Ha rubato il mio corpo per lanciare un album”