Le bellezze di Atene: alla scoperta delle meraviglie di una realtà senza tempo

Capaci di ammaliare lo spettatore, le bellezze di Atene sono portavoci di un passato che ancora fa sentire la sua voce. Scopriamole insieme.

Quali sono le bellezze di Atene? Una domanda dalla risposta apparentemente facile ma che in realtà si presenta particolarmente difficile vista la quantità innumerevole di bellezze meritevoli di essere visitate. La sua bellezza, inoltre, ha a che fare con il fatto che proprio qui hanno avuto origine arte,politica, storia, filosofia e democrazia.

La storia che Atene porta nel suo background è davvero imponente. La cosa più bella è che la si riesce a percepire anche vistandola da semplici turisti immersi in una vacanza di evasione. Perché Atene è anche questo. Mare, spiagge, divertimento e ottima cucina.

Le meraviglie di Atene: i luoghi da visitare

Partiamo quindi subito alla scoperta di alcune delle tante meraviglie che meritano di essere viste e ammirate. Non si tratta solo dei più grandi e famosi monumenti conosciuti. La bellezza, infatti, si nasconde anche tra le vie e nella sua quotidianità.

Monastiraki: Si tratta di un vecchio quartiere dall’architettura ottomana e bizantina. A caratterizzarlo la piazza, l‘Antica Agorà ricca di negozietti con l’Acropoli a fare da sfondo.

Psyrri: Quartiere situato più verso nord tra le mete preferite dei turisti. La zona, infatti, si presta particolarmente ad accoglierli. A poca distanza gli uni dagli altri, infatti, troviamo bar, ristoranti e negozi. Particolarmente famoso, inoltre, per la vita notturna vivace.

Mercato Centrale: Il cosiddetto Varvakios Agora. Lo troviamo dal lunedì al giovedì dalle 6 alle 15 e il venerdì e il sabato fino alle 18. A caratterizzarlo sono le quasi settanta bancarelle. Tra queste un posto di primo piano è occupato da quelle che vendono carne dove la stessa è esposta con orgoglio.

-Plaka: Si tratta di un quartiere storico caratterizzato da piccole vie labirintiche che nascono dalle pendici dell’Acropoli. Tra le zone più conosciute Anafiotika. Altro non è che una minuscola zona della Plaka percorrendo la quale si raggiunge il mare.

Un tempo vi risiedevano le Cicladi. Queste ultime, infatti, nell’Ottocento, immigrarono per costruire il palazzo reale. Con sentimento nostalgico vollero così ricreare l’atmosfera propria delle isole di provenienza.

L’Acropoli di Atene

Dici Acropoli e parli di Atene. L’Acropoli, infatti, è il simbolo della capitale della Grecia. Si caratterizza inoltre come uno dei siti archeologici più spettacolari esistenti nel vecchio continente. Nel 1987, non a caso, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

Atene
Fonte Foto: https://pxhere.com/it/photo/1211285

In qualità di turisti, di certo, non si può andare in Grecia e lasciarsi sfuggire questo sito incredibile. La si può visitare da soli o aggregandosi ad una visita guidata.

Date le temperature veramente molto calde durante l’estate (in questo periodo dell’anno si consiglia infatti di visitarle nelle prime ore del mattino) la stagione migliore per raggiungerla è il tardo inverno o addirittura la primavera. Oltre alle migliori temperature che si possono godere, infatti, si potranno ammirare i fiori variopinti che vivacizzano la zona.

Camminare tra le bellezze di Atene non può che risultare rigenerante per cuore e mente. A giovare all’unisono saranno infatti gli occhi e un realizzato desiderio di curiosità intellettuale.

Fonte Foto: https://pxhere.com/it/photo/1211285

ultimo aggiornamento: 07-06-2019

X