Asia Nuccetelli: svelato il vero motivo della sua esclusione da Riccanza?

Asia Nuccetelli avrebbe potuto superare il provino per Riccanza, il docu-reality di MTV sui giovani ricchi, ma è stata esclusa per un preciso motivo.

chiudi

Caricamento Player...

Asia Nuccetelli, figlia di Antonella Mosetti nonché ex concorrente della scorsa edizione del Grande Fratello Vip, avrebbe concorso per la partecipazione al programma di MTV Riccanza. La popolare trasmissione, che è piuttosto controversa, si occupa di seguire la vita di alcuni giovani ricchi, che si godono auto e appartamenti di lusso e conducono un’esistenza a dir poco agiata. Sembra che il vero motivo per cui la Nuccetelli sia stata esclusa dal cast abbia un nome e un cognome: quello di Elettra Lamborghini!

Asia Nuccetelli
Fonte foto: instagram.com/asianuccetelli.real/

Rivali in tv?

Stando a quanto riportato sul settimanale di gossip e attualità Novella 2000, la vera causa dell’esclusione di Asia sarebbe la presenza, nel programma, dell’ereditiera della famiglia Lamborghini:

“Nell’ambiente della tv si dice che non farà parte del cast di Riccanza per un motivo: la produzione non voleva due “galli” nello stesso pollaio: lei e Elettra Lamborghini”.

Sui social qualcuno aveva malignato che Asia sarebbe stata quasi un pesce fuor d’acqua, nel programma di MTV, perché “non abbastanza ricca”. La bella socialite, fiera dei ritocchi estetici al quale si è sottoposta negli ultimi tempi, aveva sottolineato che il motivo della sua mancata partecipazione non era certo quello. Ha parlato di problemi vincolanti, senza meglio specificarli.

Asia Nuccetelli tra Instagram e tv

C’è da dire che, dopo la sua partecipazione al GF Vip, la popolarità di Asia è cresciuta in modo esponenziale. Sono più di 300.000 gli utenti che seguono gli aggiornamenti della sua pagina social di Instagram, per non parlare delle sue ospitate in tv. Quelle più discusse sono quelle al talk show condotto da Barbara D’Urso, dove talvolta Asia viene criticata per via dei suoi ritocchi estetici, che per alcuni opinionisti risultano eccessivi.