La settantenne Claudia Rivelli è stata individuata dall’Europol e attualmente costretta ai domiciliari.

Sono circa quaranta le persone costrette alla custodia cautelare dai carabinieri del Nas, in un’operazione congiunta con l’Europol e i Ris. Dalle investigazioni risulta che gli indagati, che normalmente rivestono incarichi nella pubblica amministrazione o nel privato, sono trafficanti di sostanze stupefacenti. Tra le droghe requisite, compaiono nuove sostanze psicoattive reperibili sul deep web, la droga dello stupro e altre ancora.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Tra gli accusati spunta il nome di Claudia Rivelli, sorella 71enne dell’attrice Ornella Muti. La donna, che adesso si trova agli arresti domiciliari, era già stata arrestata il 15 settembre dopo aver trovato nella sua casa a Roma una quantità considerevole di Gbl, pari circa a un litro.

Il sito dell’ansa riporta le dichiarazioni del gip Roberto Saulino: “Quello che a prima vista apparirebbe come un traffico ‘di nicchia’, devoluto solo ad alcuni ‘amanti’ del settore, si è rivelato essere molto più esteso ed alimentato da pressanti richieste dei consumatori. Le indagini hanno svelato il modus operandi adottato per l’importazione dall’estero delle pericolose droghe. Più specificatamente, una modalità prevede l’ordinazione online, il pagamento e la ricezione di spedizioni direttamente dai fornitori esteri“.

La conferma del traffico di droga arriva anche da alcune conversazioni su Whatsapp tra Claudia Rivelli e il figlio: “Pacco arrivato e nascosto”, “fammi sapere notizie mano a mano, se no mi agito troppo fino a giovedì”. Attendiamo nuovi sviluppi della vicenda.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 30-10-2021

Alba Parietti imita Mick Jagger, la reazione di Malgioglio: “Le gocce non mi bastano”

Nina Moric cambia look grazie a Federico Fashion Style: ecco la foto social