App per ascoltare musica offline: le migliori soluzioni gratuite o premium per ascoltare musica senza internet, per Android e iPhone.

Ascoltare musica senza internet è un’esigenza comune a molte persone. Non tutti dispongono di un piano tarrifario con giga illimitati, e sappiamo bene come l’ascolto di musica in streaming, specialmente di qualità, sia altamente dispendioso in termini di dati. Ecco perché esistono tantissime app per ascoltare musica offline. Soluzioni complete, gratuite o premium per non rimanere mai senza musica. Vuoi le migliori tra cui scegliere!

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

Applicazioni musica offline per iPhone e Android

Sono moltissime le applicazioni per musica senza internet, e spesso coincidono proprio alle principali piattaforme di streaming musicale. In primis, bisogna partire come sempre da Spotify.

Spotify
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/musica-sul-tuo-smartphone-spotify-1796117/

Tutti conoscono la piattaforma svedese di proprieta di Daniel Ek, praticamente il servizio per poter avere a disposizione una delle librerie musicali più vaste e complete in assoluto. Non tutti però sanno che tra le opzioni offerte da Spotify c’è anche il download dei propri brani preferiti, che permette il loro ascolto anche offline e senza internet. Si tratta però di un’opzione premium, disponibile solo dopo aver sottoscritto un abbonamento. Soluzioni simili sono anche quelle offerte da Amazon Music, YouTube Music e Deezer Music.

C’è poi Google Play Music, alternativa disponibile sia per Android che per iOS. Si tratta di un’applicazione che permette di ascoltare musica offline una volta inserite nella nostra libreria. Si tratta però di un servizio con canzoni sia gratuite che a pagamento. Per chi cerca muisca offline gratis non è dunque la miglior scelta.

suonare chitarra musica strumento
suonare chitarra musica strumento

Tra le migliori applicazioni musica senza internet c’è poi anche Phonograph, un music player destinato ad Android tra i più belli in assoluto, grazie anche all’incredibile numero di impostazioni che ci propone. Oltre a gestire playlist e code di riproduzione ci permette infatti anche di scaricare le copertine degli album e alcuni poster dei nostri artisti preferiti. Si scarica gratis.

Ci sono poi Soundcloud e Jamendo, tra le migliori app per ascoltare musica in generale, visto che permettono di avere non solo brani molto famosi, ma anche tantissimi pezzi di artisti indipendenti ed emergenti, permettendoci di scoprire i futuri big della musica mondiale.

cuffie console luci
cuffie console luci

Se stai cercando come ascoltare musica offline senza preoccuparti troppo dell’eventuale prezzo, una scelta efficace può essere anche Napster, un’app che permette di creare una libreria personale da riprodurre senza internet. Si tratta di una piattaforma adatta anche ai bambini, visto che propone una sezione con canzoni dedicate solo ai più piccoli. Inoltre, i brani presenti nel catalogo possono essere salvati anche in cloud: cosa volere di più?

Applicazioni musica senza internet: le alternative

Tra le possibili alternative per l’ascolto di musica offline per iPhone e Android ci sono ovviamente anche i raccoglitori di piattaforme radiofoniche, tra cui TuneIn Radio, che permettono di scaricare quando si è online moltissimi podcast, di cui fruire poi anche senza internet.

Ma soprattutto, restano sempre consigliabili i tanti player, a pagamento o meno, disponibili sugli store, che permettono di ascoltare i propri file mp3 o in altro formato. Tra questi uno dei più apprezzati dagli utenti è PowerAmp, grazie soprattutto al suo equalizzatore a 10 bande, oltre che ad altre opzioni come la ricerca automatica delle copertine al controllo dedicato per i bassi. In alternativa è possibile provare anche l’elegante Shuttle Music Player o n7Player.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/musica-sul-tuo-smartphone-spotify-1796117/

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?


Cos’è e come funziona Apple One, l’abbonamento per utilizzare tutti i servizi della Mela

Nuovi termini di servizio per WhatsApp: ecco cosa cambia dall’8 febbraio