Si parla di Brexit, di passaporti e visti per poter andare a visitare Londra e il Regno Unito, ma da quando andrà in vigore questa nuova regola?

I turisti che vorranno visitare Londra potrebbero vedersi sommersi da scartoffie e marche da bollo. La Brexit potrebbe provocare una stretta micidiale e rivoluzionaria per quanto riguarda il turismo nella bella città inglese.

Le regole per poter entrare in Regno Unito potrebbero subire variazioni, ma non ci sono ancora notizie certe. Ci vorrà il passaporto? Ci vorrà il visto? Cerchiamo di fare chiarezza su qualche punto.

Cosa serve per andare a Londra dopo la Brexit

Da anni stavate sognando questo viaggio, Londra finalmente non è più soltanto un miraggio, ma ecco che la burocrazia si abbatte su di voi… come un masso su Willy il Coyote!

Londra
Londra

L’unica certezza è che l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea è confermata, tuttavia non si sa ancora quando questo accadrà. Molti sono stati i rinvii e le polemiche a tal proposito.

Dal momento in cui verrà chiarita esattamente la data d’uscita, comincerà un periodo transitorio che, secondo alcune indiscrezioni, durerà fino a dicembre 2020, dunque fino ad allora non ci saranno cambiamenti nel rapporto tra Gran Bretagna e UE.

La confusione però intorno al tema Brexit però ha colpito anche di deve viaggiare nel Regno Unito. Il governo britannico ha rilasciato un comunicato nel quale spiega quali saranno i documenti di viaggio per entrare in UK dopo questa decisione.

Cosa cambia dopo la Brexit?

Tutto di basa sulla legge delle probabilità che regola quando e se verranno presi questi accordi, ma procediamo con ordine. Nel caso fosse raggiunto un accordo tra Regno Unito e Unione Europea, i turisti potranno viaggiare, almeno inizialmente, con una carta d’identità valida per l’espatrio, non tutte lo sono, dunque è bene verificare prima di partire.

Brexit
Brexit

Gli inglesi, però, si riservano di bloccare l’ingresso a tutti coloro che hanno la carta d’identità rotta, sciupata, incollata con lo scotch e nel caso in cui la foto sia poco riconoscibile. Per chi ha la carta d’identità elettronica, invece, non ci saranno grossi problemi.

Dopo il periodo di transizione, però, sarà necessario anche per i cittadini europei munirsi di passaporto, le carte d’identità, infatti, verranno gradualmente eliminate nel corso del 2020. In oltre, sarà introdotto anche il visto elettronico e sarà necessario richiedere un’autorizzazione online almeno tre giorni prima di partire per Londra.

Il consiglio per andare il Gran Bretagna è quello fare il passaporto in qualsiasi caso, potrebbe servirvi anche per altre mete. Questo documento di viaggio è sicuramente costoso, ma può farvi togliervi un sacco di problemi.

Come richiedere il passaporto

Nell’eventualità che tutte queste incertezze diventino reali, sapere come richiedere il passaporto può essere utile. Viaggiare fa bene alla salute, certo, ma se organizzare diventa più stressante di quando la vacanza possa rilassarci, allora questo può diventare un problema! Ecco perché è un bene avere un documento di viaggio o sapere come richiederlo.

Passaporto
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/passaporto-mappa-mondo-viaggio-2714675/

Il passaporto viene rilasciato ai cittadini italiani e ha una validità di dieci anni da quando emesso. Alla scadenza di esso sarà necessario rifare la procedura, in quanto non è possibile procedere con un rinnovo.

È possibile farlo in tutte le Questure italiane e la documentazione da presentare è la seguente: Modulo di richiesta passaporto stampata, documento d’identità valido (conviene portare anche una fotocopia dello stesso), 2 fototessere identiche e recenti, ricevuta di pagamento del bollettino di 42,50€ per il passaporto ordinario e una marca da bollo di 73,50€.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Mission: Impossible – Rogue Nation, ecco le location del film

Collezionismo di monete: la guida e tutti i segreti per una collezione di valore