Polizia di Stato e Airbnb hanno diffuso una serie di consigli per non essere truffati quando si prenota un alloggio estivo.

La Polizia di Stato e Airbnb hanno deciso di rinnovare anche quest’anno la campagna di prevenzione molto importante. Questa ha lo scopo di dare utili consigli alle persone che vogliono prenotare online un alloggio estivo. Grazie a una serie di 7 suggerimenti, infatti, è possibile evitare truffe e tentativi di raggiri.

Polizia di Stato e Airbnb svelano i suggerimenti contro le truffe

Acquisti online
Acquisti online

Durante il periodo estivo, sono tante le persone che decidono di prenotare viaggi e vacanze online nella speranza di risparmiare. Il problema è che a volte si rischia di incorrere in delle vere e proprie truffe. In molti quando si affacciano per le prime volte a questo tipo di attività non sanno che si tratta di qualcosa che non è immune da rischi.

Proprio per dare una mano alle persone intenzionate ad effettuare prenotazioni di alloggi estivi su internet, Polizia di Stato e Airbnb hanno stilato una lista di utili suggerimenti. Seguendo questi semplici consigli, quindi, tutti possono evitare di subire una truffa.

7 consigli per non essere truffati quando si prenotano alloggi estivi

Ogni anno le truffe che avvengono nel periodo estivo sono migliaia e causano enormi danni economici a chi viene raggirato. Per evitare di subire queste truffe è necessario prestare attenzione a diversi aspetti e soprattutto seguire questi 7 consigli antitruffa forniti da Polizia di Stato e Airbnb:

  1. Non pagare mai direttamente con il bonifico: non ci si deve fidare di chi invita a mandare un bonifico perché è più sicuro pagare attraverso il sito.
  2. Non comunicare fuori dal sito di Airbnb: è bene diffidare da chi chiedere di lasciare la piattaforma per accordarsi in privato.
  3. Attenzione ai link condivisi via email oppure da altri siti: esiste infatti il rischio che il link rimandi ad un sito fasullo.
  4. Fare attenzione a non usare cloni di Airbnb: tutte le pagine della piattaforma hanno l’indirizzo che inizia con www.airbnb.it o .com e un numero dopo la parola “rooms”.
  5. Leggere gli annunci prestando grande attenzione: di solito un annuncio curato e preciso dimostra serietà dell’host.
  6. Ricordare che Airbnb non è un’agenzia immobiliare ma solo un portale di intermediazione: proprio per questo si deve diffidare di chi dice di “aver dato incarico ad Airbnb” di mostrare la casa.
  7. Attenzione agli alloggi esca: se quando si arriva a destinazione viene chiesto un cambio di sistemazione, è necessario documentare tutto e chiedere rimborso tramite la piattaforma.
Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 30-06-2022


Blinkoo: l’app dedicata ai viaggiatori è destinata a diventare un must-have

Cosa vedere e cosa fare in Finlandia