Che cosa è Amazon Dating? Lo scherzo che spopola sul web

Che cos’è Amazon Dating, l’app per comprare (per finta) un fidanzato?

Amazon Dating doveva essere l’app che avrebbe permesso di comprare online un fidanzato… ma era uno scherzo.

Il mondo del web si muove ad una velocità sempre più sorprendente, ma forse così è un po’ troppo. Ha fatto scalpore, finché è durato, Amazon Dating, il sito-parodia del famosissimo e-commerce di proprietà di Jeff Bezos che prometteva a tutti i suoi utenti di… comprare dei fidanzati online.

Quale occasione migliore per non passare San Valentino da soli? Ecco come avrebbe dovuto funzionare l’app, che si è successivamente rivelata uno scherzo, creata da Suzy Shinn, Ani Acopian e Morgan Gruer, che si sono avvalsi della collaborazione della società di animazione Thinko.

Ecco cosa è e come avrebbe dovuto funzionare questo servizio, se fosse stato vero.

Amazon Dating, l’app scherzo spopola sul web

Quale miglior regalo di San Valentino di un fidanzato “comprato” online su Amazon Dating? Questo, forse, avranno pensato i creatori dello scherzo che prometteva a tutti gli utenti di scegliere da una lunga lista online di persone il proprio partner ideale.

amazon dating
Fonte foto: https://twitter.com/aniacopian/status/1224760570374524929

I creatori, infatti, hanno creato una vera e propria finta sezione “dating” del colosso mondiale creato da Jeff Bezos. All’interno di essa, con la stessa facilità con cui sul sito reale è possibile acquistare oggetti di ogni tipo, gli utenti avrebbero potuto acquistare un partner ideale scegliendo tra numerosissime caratteristiche.

Ma non solo: all’interno della piattaforma, infatti, era possibile anche sfogliare le offerte del giorno, i prodotti più venduti e, per chi avesse particolari necessità immediate, anche la possibilità di spedire il tutto in giornata, un po’ come accade oggi con Amazon Prime.

Per aumentare l’audience della news e la portata dello scherzo, inoltre, una delle creatrici di questo scherzo, Ani Acopian, aveva postato questo su Twitter:

In questo Tweet la donna si lamentava del fatto che non fosse stata molto fortunata con le classiche app di incontri più “tradizionali” e per questo ha deciso di collaborare con Amazon per crearne una che possa essere migliore di quelle attualmente in circolazione.

Insomma, lo scherzo è riuscito perfettamente, ma come avrà preso Amazon, quello vero, tutto questo tam-tam mediatico? Al momento la società ha dichiarato di non avere alcun commento da rilasciare.

Fonte Foto: https://twitter.com/aniacopian/status/1224760570374524929

ultimo aggiornamento: 13-02-2020

X