A partire dal 15 maggio 2021 entreranno in vigore i nuovi termini di servizio e dell’informativa sulla privacy di WhatsApp

E’ iniziato il conto alla rovescia per l’aggiornamento privacy 2021 di WhatsApp. Manca davvero poco per dover decidere, se accettare o meno, i nuovi termini di servizio della piattaforma chat di Facebook, dato che questi entreranno in vigore proprio a partire da questo sabato 15 maggio 2021. Se entro tale data l’utente non avrà accettato i termini di servizio stabiliti, l’app di WhatsApp avvierà la disattivazione di alcune sue funzioni fino a bloccarsi definitivamente. Vediamo allora nello specifico, cosa cambierà (dal 15 maggio) per tutti coloro i quali, sono soliti comunicare con WhatsApp.

WhatsApp: ecco cosa cambierà dal 15 maggio

Fra poche ore sarà necessario scegliere se continuare ad utilizzare WhatsApp (e quindi accettare anche tutte le nuove policies) oppure valutare l’idea di utilizzare nuove piattaforme per comunicare come: Telegram, Threema e Confide. Ma cosa succederà con esattezza a partire dal 15 maggio? Dopo il rinvio di qualche settimana, WhatsApp è pronta a fare entrare in vigore l’ aggiornamento termini di servizio e dell’informativa sulla privacy.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Cellulare
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/telefono-mobile-chiamata-samsung-586266/

“Le modifiche apportate ai nostri Termini di servizio e all’Informativa sulla privacy riguardano le conversazioni tra le aziende e i loro clienti su WhatsApp. Vengono inoltre fornite maggiori informazioni sulla raccolta, la condivisione e l’utilizzo dei dati da parte di WhatsApp. Il nostro impegno a rispettare la tua privacy non è cambiato. Le tue conversazioni personali continuano ad essere protette dalla crittografia end-to-end e rimangono tra te e i tuoi interlocutori. Né WhatsApp né Facebook possono ascoltarne o leggerne il contenuto”. Questo è quanto si legge sulla pagina ufficiale di WhatsApp.

Cosa non cambierà invece?

In sostanza con i nuovi aggiornamenti sulla privacy si potrà comunicare con più aziende tramite WhatsApp ma sarà sempre l’utente a decidere, se condividere o meno, il proprio numero di telefono con la stessa azienda ed avrà anche la stessa possibilità di bloccarla. Resta invece invariata la privacy e la sicurezza delle conversazioni personali con famiglia ed amici.


Cambia l’Rt per decidere il colore delle Regioni: si passa a quello ‘ospedaliero’

San Marino: turismo vaccinale al via dal 17 maggio (non per gli italiani)