Vittorio Brumotti e Giorgia Palmas: vacanze d’amore a…

Vittorio Brumotti e Giorgia Palmas si concedono il primo mare. Messa da parte la bici per un giorno, il campione di trial bike diventa sommozzatore

chiudi

Caricamento Player...

Vittorio Brumotti e Giorgia Palmas sono ormai inseparabili: i due fanno coppia dall’estate 2012 e oggi sembrano proprio in perfetta sintonia infatti gli ultimi scatti li ritraggono al mare a Varigotti (Savona) con tanto di mute da sub. Il campione di trial bike e l’ex velina, si sono concessi una giornata di passatempi acquatici: si sono divertiti a esplorare i fondali e a pescare molluschi in compagnia della figlia della Palmas, Sofia, che oggi ha 6 anni.

Vittorio e Giorgia bellissimi al mare

I due appaiono felici e sorridenti: lui con il fisico scultoreo coperto dalla muta da sub, munito di maschera e pinne, ha messo da parte l’inseparabile bici per un giorno.

Lei, sempre in perfetta forma e bellissima, segue le sue imprese dal bagnasciuga con la piccola Sofia, nata dalla precedente relazione con il calciatore Davide Bombardini.

Per Vittorio, conquistare l’ex velina non è stato per niente facile: «È servito quasi un anno di corteggiamento, Giorgia è una ragazza all’antica e mi ha fatto aspettare», ha raccontato lui di recente.

Lei invece, innamorata, replica: «Vittorio è una persona piena di energia e di luce. Lo amo tantissimo e ho una stima per lui immensa».

Per il matrimonio c’è ancora tempo

Oggi l’amore con il campione di bike trial, procede. Con tanto di anello che, però, non è quello di fidanzamento.

«Voglio regalargliene altri dieci», ha raccontato lui a Vanity Fair, «E, poi, verrà quello che ci porta il futuro».

In attesa del giorno del sì, la coppia si gode i momenti da soli o in compagnia della figlia di Giorgia, Sofia. E chissà che presto non arrivi anche un fratellino o una sorellina.

Giorgia è stata sempre accanto al fidanzato, anche nei momenti difficili, come quando il campione si è sottoposto ad un’operazione in seguito ad un incidente in bici o dopo aver subito un’aggressione.