I numeri delle violenze subite dalle donne in Italia sono davvero alti e la maggior parte dei casi avviene in famiglia. Ecco i dati ancora preoccupanti del nostro Paese.

A pochi giorni dalla Giornata contro la violenza sulle donne, sono stati presentati i dati ufficiali di questo orribile fenomeno in Italia, numeri ancora troppo alti che destano preoccupazione e che denotano un urgente bisogno di provvedimenti seri.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Si tratta di una vera e propria emergenza sociale, alla quale bisogna trovare una soluzione: sono 89 le donne che muoiono ogni giorno per violenza, subita nella maggior parte dei casi in famiglia. Infatti, il 62% delle vittime subisce violenza in casa propria, dal proprio marito o da qualche parente prossimo.

Sono solo alcuni dei dati diffusi in occasione della presentazione a Catania della campagna di prevenzione della polizia. Questo evento contro la violenza sulle donne di chiama “Questo non è amore”, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. 

Durante il convegno, sono stati presentati tutti i numeri importanti riferiti alla violenza sulle donne che, oltre a wuelli già riportati sopra, sono questi: nel 72% dei casi di femminicidio l’autore è il marito o l’ex marito, in un caso su due ha usato un’arma da taglio; il 70% delle vittime sono italiane; il 40% delle donne lascia bambini piccoli.

Inoltre, il tasso più alto di donne che denunciano si registra nelle regioni del sud, in particolare in Sicilia. Insomma, dati da brivido, che testimoniano come in Italia il problema sia ancora forte. La strada per trovare una soluzione è ancora insidiosa, ma bisogna sensibilizzare contro il femminicidio, per credere che ci possa essere un futuro migliore.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 23-11-2021


Maradona: un’accusa di violenza arriva a un anno dalla morte del campione

Caso Denise Pipitone: la gip si riserva sull’archiviazione dell’inchiesta