Terribile lutto per Valerio Scanu: il papà Tonino è morto a causa del Covid-19. L’uomo aveva soltanto 64 anni.

Valerio Scanu sta vivendo un momento terribile: suo padre Tonino è morto a causa del Covid-19. L’uomo aveva soltanto 64 anni e da qualche giorno era ricoverato presso l’ospedale di Olbia, in Sardegna. Purtroppo, il Coronavirus ha compromesso i suoi polmoni e non è riuscito a sconfiggerlo.

Risultato positivo qualche giorno fa, il signor Scanu era stato messo in isolamento presso la sua abitazione. Quando le sue condizioni di salute sono peggiorate, è stato ricoverato prima presso il reparto sub intensivo del Mater Olbia, poi in quello di terapia intensiva del medesimo nosocomio. Purtroppo, il tentativo dei medici di salvargli la vita è stato vano.

Valerio Scanu in lutto: il padre è morto

Il Covid-19 ha fatto un’altra vittima: Tonino Scanu di 64 anni. Il figlio Valerio, cantante italiano molto apprezzato, soltanto qualche giorno fa aveva parlato delle condizioni di salute del genitore. Ospite di Storie Italiane, aveva raccontato ad Eleonora Daniele che il papà versava in condizioni critiche. Così come avvenuto a tante altre persone malate di Coronavirus, l’uomo aveva scoperto la sua positività con il tampone.

“Appena dopo i primi sintomi, una prima febbriciattola, mia madre lo ha isolato in una casetta sotto la nostra. Non respirava bene e aveva già l’ossigeno nel giorno del tampone. Lo hanno trasferito in ospedale. Sono 11 giorni che è intubato, aveva raccontato Valerio.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Valerio Scanu
Valerio Scanu

Scanu non aveva nascosto la sua preoccupazione per il genitore, maggiore anche a causa della distanza. Il cantante, infatti, vive a Roma, mentre la sua famiglia in Sardegna.

L’angoscia di Valerio

Al momento, l’ex talento di Amici non ha rilasciato dichiarazioni in merito alla morte del papà, ma nel corso dell’ospitata a Storie Italiane aveva ammesso di essere angosciato. Il genitore, infatti, aveva da poco subito una tracheotomia e le sue condizioni apparivano a tratti buone e a tratti negative.

“Molte notizie erano frammentarie: loro sono in Sardegna, io a Roma. Adesso abbiamo tutte le informazioni, ma le sue situazioni migliorano e peggiorano da un momento all’altro”, aveva ammesso il cantante.


Il dramma di Carlo Conti: “Salvato in tempo dai medici”

Erano delle baby star: come sono diventate oggi le più famose di Hollywood?