Come trasformare un'azione in abitudine? La teoria dei 21 giorni

Come trasformare un’azione in abitudine? La “leggenda” dei 21 giorni

In quanto tempo si crea una nuova abitudine? La “leggenda” dei 21 giorni e i dati reali: ecco cosa dicono gli studi!

Secondo uno studio della metà degli anni ’90 del chirurgo plastico Maxwell Maltz, servono almeno 21 giorni per trasformare un’azione in abitudine. Questa teoria è diventata leggenda, ma secondo altri studi per creare un’abitudine ci vorrebbe molto più tempo, senza contare le differenze di approccio da persona a persona. La risposta alla domanda “Come creare un’abitudine?” sembra difficile, ma cerchiamo di fare chiarezza insieme.

Come si crea un’abitudine?

Per trasformare un’azione in abitudine bisogna prima di tutto dedicarle del tempo, ogni giorno, preferibilmente alla stessa ora e con lo stesso impegno e costanza.

Nuova routine
Nuova routine

Queste sono le prime essenziali regole per far entrare un’azione nella vostra routine, in modo che diventi essenziale con il passare dei giorni, delle settimane o dei mesi.

Per plasmare la vostra giornata e riuscire a includere un’azione prima sconosciuta o mai praticata, c’è bisogno di sforzo e sacrificio. Dovete imporre al nostro corpo e alla nostra mente di adattarsi a una nuova routine. Soprattuto nel primo periodo sarà molto difficile, ogni volta che vi arrenderete il lavoro fatto sarà cancellato e dovrete ricominciare daccapo.

Per cercare di minimizzare lo sforzo dovete essere ben consapevoli di quello che state andando a fare. Scegliete bene le vostre motivazioni, vi aiuteranno a trasformare questo viaggio, in voi stessi e nella vostra vita, in una sfida piacevole e stimolante, che porterà solo buoni frutti una volta interiorizzata.

Quanto tempo per trasformare un’azione in abitudine? Gli studi

Ognuno ha il suo tempo, e deve farsene una ragione. Cercare di forzare il proprio corpo e la propria mente ad abituarsi a nuovi ritmi, più in fretta del necessario, potrebbe portare solo a stress e agitazione. Ci sono poi alcuni studi, uno tra tutti mal interpretato (lo studio del Dott. Maltz), che valutano delle tempistiche generali. Ve ne riportiamo due:

• Come detto. secondo uno studio della metà degli anni ’90 del chirurgo plastico Maxwell Maltz, ci vogliono almeno 21 giorni per creare un’abitudine. Maltz ha riscontrato come, dopo aver eseguito un’operazione che cambiava i connotati dei pazienti, questi impiegassero almeno 21 giorni prima di abituarsi a vedere allo specchio la loro “nuova faccia”. Così come per i gravi incidenti, i pazienti amputati sentivano la presenza dell’arto mancante almeno per altri 21 giorni dopo l’amputazione.

Questa sua esperienza lo portò a studiare il periodo di adattamento ai cambiamenti nelle persone, e lo spinse a ipotizzare che per creare un’abitudine il tempo minimo si stimasse in 21 giorni esatti. Questa tempistica venne tuttavia presa alla lettera, la leggenda dei 21 giorni per un’abitudine divenne conosciuta in tutto il mondo. Ma in realtà il Dottor Maltz aveva specificato fosse solo l’attesa minima per abituarsi a un cambiamento!

• Tanti altri studi cancellano infatti le certezze sulla teoria dei 21 giorni. Una ricerca di Phillippa Lally, ricercatrice di psicologia della salute presso l’University College di Londra, pare confermare che il tempo sia nettamente più lungo e varia da tanti fattori.

Per creare un’abitudine, secondo il suo studio, il tempo medio è di circa 66 giorni, riscontrato su un gruppo di persone che, per 12 settimane, si erano dati il compito di fare qualcosa di diverso (come andare a correre, bere 2 litri di acqua al giorno etc.), tenendo un diario per valutare come si sentivano ogni giorno pensando alla nuova azione da svolgere.

Il lockdown fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

ultimo aggiornamento: 15-05-2020

X