Tragedia funivia Stresa-Mottarone, la figlia della vittima Vittorio Zorloni dedica al padre un ultimo messaggio su Facebook.

La tragedia della funivia Stresa-Mottarone ha scosso l’Italia intera. Le vittime sono 14 e tra queste c’è anche Vittorio Zorloni, di anni 55. La figlia Angelica, attraverso il suo profilo Facebook, ha condiviso un ultimo e commovente messaggio destinato al genitore. Le sue parole emozionano il web. Vittorio si trovava insieme alla compagna Elisabetta Persanini e al figlio Mattia. L’uomo aveva 55 anni, la sua dolce metà 37 e il loro bimbo soltanto 5.

Tragedia funivia Stresa-Mottarone: le parole della figlia di una vittima

Nessuno si aspettava che una giornata di spensieratezza, una delle prime dopo il pesante lockdown che tutta Italia ha vissuto, si trasformasse in un inferno. La funivia Stresa-Mottarone è precipitata nel vuoto all’improvviso, strappando alla vita 14 persone. Angelica, dopo aver appreso la notizia dell’incidente, ha affidato a Facebook un ultimo messaggio per papà Vittorio. A didascalia di una foto del genitore, ha scritto:

Papà, ironia della sorte oggi io ero sul versante opposto della montagna con la mia famiglia, voi avete pensato di andare finalmente a farvi un bel giro in funivia nel primo giorno di sole e libertà e invece le nostre strade si sono divise per sempre. So che da lassù adesso faremo finalmente pace perché, semplicemente, in questa vita non eravamo destinati a riuscire a parlarci in modo giusto“.

Angelica è disperata e dalle sue parole si coglie un profondo rimpianto: non essere riuscita a trovare un dialogo con il genitore quando lui era ancora in vita.

Angelica Zorloni: il dolore per la morte del papà e del fratellino

Il post di Angelica prosegue e ogni parola emana un dolore lancinante, come una lama che pian piano affonda nella carne. Si legge: “Adesso so che capirai ancora meglio che le nostre continue inca**ature reciproche derivavano soltanto da tutte le incomprensioni e l’amore che non riuscivamo mai ad incanalare nel modo giusto. Ma comunque papà, ti ho amato tanto e per questo mi facevi così arrabbiare e so che anche tu mi hai amata tanto. Anche se non leggerai mai queste parole c’è una cosa più grande e potente che ci legherà in eterno. E so, papà, che non è stato in questa vita, ma sarà nella prossima in cui sistemeremo tutto e ci riabbracceremo“.

Dalle parole di Angelica si capisce che il rapporto con il genitore era un po’ conflittuale. Lei era la primogenita del signor Zorloni ed è nata da una precedente relazione dell’uomo. L’ultimo pensiero della figlia della vittima è rivolto al fratellino di 5 anni e a sua madre, deceduti anche loro nella tragedia della funivia Stresa-Mottarone. “E tu, piccolo Mattia, oggi diventi un angelo meraviglioso e tanto prezioso accompagnato dalla tua mamma. Vi porto nel cuore come solo le cose belle si possono portare. Alla prossima vita, che adesso possiate ridere tutti e tre di nuovo insieme nella luce più splendente di tutte“, ha concluso Angelica.


Can Yaman nega il saluto e gli autografi: la delusione dei fan

Uomini e Donne, la scelta di Giacomo Czerny: il nome (inaspettato) della fortunata