Una giovane studentessa trans è stata cacciata dal bagno delle donne, discriminata nella sua stessa scuola. Ecco cosa ha raccontato.

L’ennesimo episodio di discriminazione è avvenuto in queste settimane: una giovane studentessa trans è stata cacciata dal bagno delle donne da un bidello, perché ancora non riconosciuta come donna a tutti gli effetti.

Lo racconta lei stessa a Pomeriggio Cinque, Gabriella 18 anni, dove ha svelato cosa le è accaduto a scuola qualche settimana fa: “Quando mi hanno detto che non potevo entrare perché ‘tra le gambe hai quella cosa’ mi sono sentita male. Durante le lezioni, ho chiesto di andare in bagno, siccome le porte sono chiuse a chiave, ho chiesto la chiave del bagno delle donne e mi è stato detto di andare nel bagno degli uomini non perché avessero qualcosa contro di me ma perché non ero riconosciuta come donna. Chi me l’ha detto è una persona ignorante, un bidello.”

Gabriella è da quando aveva undici anni che ha iniziato il suo percorso di transizione e ora non si sente a suo agio nel suo istituto, anche se fino ad ora non c’erano mai stati problemi.

Dopo aver parlato pubblicamente in tv, l’Istituto di Palermo che frequenta la ragazza ha risposto alle accuse, affermando che forse la giovane cerca solo visibilità. Ecco cosa ha detto la preside: “Penso che la ragazza stia cercando visibilità e l’ho detto chiaramente anche a lei e a sua madre quando è venuta per chiarire. A parte la questione dei bagni non ha mai ricevuto alcuna discriminazione.

L’episodio, intanto, ha molto turbato Gabriella che non si sente più a suo agio ad andare a scuola: “Si tratta di un argomento molto doloroso per me non dovrebbe accadere a nessuno qualcosa di simile”

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 09-12-2021


Scala di Milano, contagi Covid nel corpo di ballo: saltano le prove di “Bayadère”

Manuela Mura morta mentre correva, i genitori vogliono la verità