Strage di Berlino, la conferma che mai nessuno avrebbe voluto sentire: morta Fabrizia Di Lorenzo

Fabrizia di Lorenzo morta nella strage di Berlino: arriva la conferma dalla Farnesina e  Mattarella dichiara “Il dolore per la sua morte è grande”.

chiudi

Caricamento Player...

Fabrizia Di Lorenzo è morta nell’attentato di Berlino del 19 dicembre 2016: a confermarlo è stata la Farnesina. La 31enne italiana viveva ormai da anni nella capitale tedesca: dopo la fine del turno di lavoro aveva deciso di visitare il mercatino di Natale sul quale è piombato il tir che ha distrutto la vita di 12 persone. Il suo cellulare, con il quale poco prima avvea chiamato la madre, è stato ritrovato sul luogo dell’attacco: «Ciao mamma, come stai? E papa? Io bene, tranquilla. Sto andando al mercatino di Natale, in centro. Voglio prendere qualche regalo, ci sono cose carine lì… Sì, certo, ci vediamo mercoledì». Il giorno successivo, quando i colleghi della 4Flow non l’hanno vista arrivare al lavoro, è stato dato l’allarme. Fabrizia Di Lorenzo era addetta per la gestione delle spedizioni.  Sul suo profilo Linkedin si legge: “Mi occupo quotidianamente degli speditori in tutta Europa, in tedesco, inglese, italiano e francese”.

Le condoglianze dei politici:

Il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha dichiarato:“La magistratura tedesca, così come ha comunicato il ministero degli Affari esteri della Germania, ha esaurito le verifiche necessarie e purtroppo, ormai, c’è la certezza che, fra le vittime, c’è l’italiana Fabrizia Di Lorenzo. Sono affettuosamente vicino alla famiglia e ai suoi cari, condividendone l’immenso dolore”

In una nota del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si legge: “La notizia della identificazione di Fabrizia Di Lorenzo tra le vittime della strage di Berlino conferma i peggiori timori dei giorni scorsi. Il dolore per la sua morte è grande. Ancora una volta una nostra giovane connazionale rimane, all’estero, vittima della insensata ed esecrabile violenza del terrorismo. Esprimo ai genitori e al fratello di Fabrizia la solidarietà e la vicinanza di tutto il nostro Paese”.

Su Twitter il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha espresso la vicinanza alla famiglia di Fabrizia Di Lorenzo: “L’Italia ricorda Fabrizia Di Lorenzo, cittadina esemplare uccisa dai terroristi. Il Paese si unisce commosso al dolore della famiglia”, ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio.

Laura Boldrini, la presidente della Camera, afferma: “Fabrizia va ad aggiungersi all’elenco già troppo lungo delle vittime della ferocia islamista. Nonostante lo strazio, spero che i suoi familiari e i suoi amici possano avvertire la solidarietà del Paese e l’enorme affetto che in noi ha suscitato la storia di questa straordinaria cittadina d’Europa. Il suo nome sarà una ragione in più per impedire che il terrorismo cambi le nostre vite”.

L’ultimo tweet pubblicato da Fabrizia sulla sua pagina Twitter risale al 5 dicembre. Dopo la vittoria del no al referendum costituzionale la giovane aveva postato una scena del film “La meglio gioventù” che aveva commentato così: “Qui rimane tutto immobile, uguale, in mano ai dinosauri: @matteorenzi, peccato presidente!”, aveva scritto.

Fonte foto: instagram.com/explore/tags/fabriziadilorenzo/