Uno degli attori e cantanti più noti si spento a Roma all’età di 60 anni, non sono ancora ste svelate le cause della morte.

Oggi il mondo dell’arte è in lutto: Gennaro Cannavacciuolo, attore e cantante, è morto improvvisamente alla sola età di 60 anni. Originario di Pozzuoli, ha fatto del teatro e della musica la sua ragione di vita conquistando il pubblico e imprimendosi nella storia.

Addio a Gennaro Cannavacciuolo: cenni alla carriera

Donna Funerale Vedova Fiore Lutto

Come riporta Caffeina: “La sua bravura lo aveva portato a calcare i palchi di tutti i teatri d’Italia. Dal San Carlo di Napoli al Teatro Verdi di Trieste, dal Sistina di Roma all’Augusteo di Napoli fino al Manzoni di Milano. In molti ricorderanno dei suoi spettacoli da one man show: come l’omaggio in palcoscenico a Yves Montand – Un italien à Paris e la tournée dello scorso inverno di Milva – Donna di teatro. In quest’ultimo spettacolo, Gennaro Cannavacciuolo, aveva messo insieme grandi successi della cantante e sue interpretazioni teatrali.

Nonostante sia nato in Campania, l’attore viveva a Roma da moltissimi anni e lascia la moglie e i figli che stanno attraversando una grande perdita. I funerali di Gennaro si terranno sabato 28 maggio alle 14:00 nella chiesa di San Bellarmino.

Nessuno dimenticherà mai le sue interpretazioni di Silvio Crespi nella serie Clash of Future, ma soprattutto la sua passione e la sua vitalità che si riversava sempre nel teatro e nella musica. Oggi, il mondo dell’arte perde una delle sue punte di diamante che rimarrà per sempre impresso nella storia.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 25-05-2022


Mauro Corona su Nasti e Zaccagni: “All’Olimpico? Una cafonata”

“Striscia la Notizia non è razzista”: Diet Prada ci ripensa, ecco perchè