Pupetta Maresca alla sola età di 20 anni uccide il mandante dell’omicidio del marito e diviene un boss a tutti gli effetti: muore a 85 anni.

Morta a Castellammare di Stabia Pupetta Maresca, a 85 anni. Assunta (nome all’anagrafe) si era distinta nel mondo della Camorra ma è stata in carcere ben due volte. Ha ucciso Pascalone ‘e Nola il mandante dell’omicidio del marito a soli 20 anni ed è la prima boss donna dell’ambiente.

Le dichiarazioni di Pupetta Maresca sul periodo in carcere

“Ho pagato con lacrime e affanno le mie scelte. La prima volta perché l’uomo a cui ho sparato avrebbe fatto lo stesso con me. Cosa dovevo fare, farmi uccidere? Ero incinta. Mi veniva incontro con il braccio teso e la pistola in pugno. Con lui c’erano i suoi killer. Io mi sono difesa.”

Queste sono le prime dichiarazioni di Pupetta Maresca, riportate da TG Com 24. La donna parlò anche della sua esperienza in carcere: “Ma il carcere che mi ha fatto veramente male è stato quando sono stata arrestata la seconda volta, per avere parlato di Cutolo che a quei tempi uccideva tutti i giorni io urlavo nel carcere, per l’ingiustizia che avevo subito, quattro anni per aver detto che Cutolo era sostenuto dalla politica. E’ vero, l’ho minacciato di morte. Lui minacciava i miei fratelli e io avevo davanti agli occhi mio padre che piangeva”.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 31-12-2021


Paolo Calissano trovato morto per probabile overdose di farmaci

Alessandro e Soleil complici, lui: “Facciamola grossa”