Il comico indiano Rahul Vohra è morto a Delhi a causa del Covid. Poche ore prima aveva realizzato un video-denuncia per le cure insufficienti.

L’India è uno dei paesi che più duramente è stato colpito da Covid-19 e dove sono sempre di più i morti a causa della malattia. Nelle ultime ore ha fatto il giro del mondo la storia di Rahul Vohra, attore comico indiano scomparso a Delhi a 35 anni dopo aver cercato di combattere contro la malattia. Poche ore prima di morire Rahul Vohra ha realizzato un video – poi condiviso via social da sua moglie – dove denunciava le pessime condizioni in cui si trovava in ospedale:

“Provi a chiamare l’infermiere, ma non viene. Arrivano dopo un’ora o più, e devi andare avanti in qualche modo in loro assenza”, si sente dire all’attore nel video.

Raul Vohra morto per Covid: il video denuncia

“Se avessi un trattamento migliore forse potrei essere salvato”, aveva dichiarato via social Raul Vohra, poche ore prima di morire a causa dei suoi gravi sintomi dovuti al Covid. L’attore aveva taggato nel suo messaggio il Primo Ministro indiano Narendra Modi, e a seguire aveva realizzato un breve video (poi condiviso da sua moglie, Jyoti Tiwari) in cui denunciava le gravi condizioni – e la mancanza di cure – in cui si trovava in ospedale.

“Il mio Rahul ci ha lasciato, lo sanno tutti ma nessuno sa come ci ha lasciati. Spero che mio marito ottenga giustizia”, ha scritto la moglie in un post via social.

Il numero di morti in India

L’India è uno dei paesi più duramente colpiti dalla pandemia da Coronavirus. Proprio in questi giorni sono stati rinvenuti sulle rive del fiume Gange oltre 100 corpi di persone morte, probabilmente, a causa della malattia.

Fonte Foto: https://www.instagram.com/irahulvohra/


La Regina Elisabetta torna a lavoro: il primo impegno ufficiale dopo la scomparsa di Filippo

Riccardo Facchini, chef de La Prova del Cuoco è diventato donna: “Sono Chloe”