Il loro è stato il matrimonio più infelice della storia, eppure siamo ancora qui a parlarne, complice anche l’ultima serie di The Crown. Forse è vero il vecchio detto “Gli amori infelici non finiscono mai…”

Quarant’anni fa era la vigilia della favola. La timida, ingenua e schiva Diana Spencer stava per tramutarsi in Lady D, la principessa triste.

Il 29 luglio 1981 gli occhi del mondo intero erano puntati sulla navata della St. Paul Cathedral di Londra dove si celebrava il primo Royal Wedding in Mondovisione. Taffetà e seta, un lungo abito bianco e la carrozza di cristallo trainata dai cavalli bianchi: gli ingredienti della favola c’erano tutti, peccato che si trasformò in un incubo.

La dichiarazione era stata fatta il 3 febbraio 1981, come testimoniano i biografi reali. Pare che dinnanzi alle parole del Principe Carlo, la giovane Diana restò esterrefatta e domandò: “Ma è uno scherzo?” E lui rispose: “No. Lo sai che un giorno diventerai regina?”. La proposta di nozze, insomma, non fu molto romantica: già gravava su Diana il peso insormontabile della responsabilità che, in futuro, l’avrebbe schiacciata.

Ma torniamo a quel fatidico 29 luglio del 1981: fu l’evento del secolo. Agli occhi del pubblico tutto brillava come il diamante posto al dito della principessa Diana, ma dietro le quinte già si insinuavano le avvisaglie della tragedia che, quindici anni dopo, avrebbe condotto al divorzio.

Pare che il giorno prima del matrimonio lei confessò alle sorelle di non volersi più sposare, al che loro replicarono: “Sarebbe un bel guaio.” Mentre Carlo piangeva il suo amore ostacolato per Camilla e si rassegnava a fare “la cosa giusta per il Paese.”

Ma agli occhi del mondo, quarant’anni fa, la favola era appena iniziata: e ancora oggi si guarda a quelle immagini con una sorta di nostalgia, la nostalgia inconsapevole di quel che riserva il futuro.

Carlo e Diana: all’asta una fetta della torta nuziale

Intanto quarant’anni dopo i collezionisti si stanno ancora dando battaglia per accaparrarsi una fetta – miracolosamente conservata – di una delle ventisette torte nuziali presenti al Royal Wedding. Glassa e marzapane, con tanto di stemma reale al centro.

La torta sarà battuta all’asta il prossimo 11 agosto presso la Dominic Winter di Cirencester, a Sud dell’Inghilterra.

Chissà chi acquisterà il cimelio del lauto banchetto di nozze. Forse qualcuno che, a distanza di quarant’anni, ha ancora bisogno di sentire il sapore di una favola che non svanisce.

Lady Diana

ultimo aggiornamento: 28-07-2021


“Frocio!” Fognini e l’insulto omofobo in campo

Paura sul set: il noto attore si accascia al suolo