È ormai acclarato che il periodo pandemico prolungato che stiamo vivendo ha creato in tutti noi dei sentimenti di disagio, inquietudine, ansia e preoccupazione per il futuro.

Per queste ragioni, molte persone hanno sentito il bisogno di cercare un sostegno psicologico.

Con l’impossibilità di incontrarsi in presenza, la soluzione più naturale è stata quella di ricercare uno psicologo online. La telepsicologia, in realtà, risulta una modalità di incontro e di comunicazione utilizzata fin da prima della pandemia, ma è negli ultimi due anni che ha conosciuto uno sviluppo significativo, permettendo a chi ne ha la necessità di continuare (o persino di intraprendere per la prima volta) un percorso psicologico di sostegno per questo periodo complesso e delicato.

I colloqui da remoto hanno consentito di fare terapia tutelando la salute fisica, applicando un distanziamento fisico dalle altre persone, pur mantenendo, allo stesso tempo, un contatto emotivo con il proprio psicologo o terapeuta. La modalità “online”, inoltre, ha consentito a molte persone di gestire meglio gli impegni familiari e lavorativi, destreggiandosi più agevolmente tra smart working e didattica a distanza.

In questo approfondimento vi mostriamo come e perché risulta efficace anche per chi desidera intraprendere una terapia di coppia.

coppia
Fonte foto: https://www.pexels.com/photo/a-couple-talking-while-arguing-8560383/

Psicologia di coppia online: una soluzione valida anche per la coppia

I percorsi individuali non sono i soli che si possono effettuare da remoto. La telepsicologia, infatti, si rivela adatta anche per i percorsi di terapia di coppia.

La serenità delle famiglie e delle coppie è stata messa decisamente a dura prova, da quando è cominciata l’emergenza Covid-19: le nuove abitudini, la gestione degli spazi in casa e/o dei figli, le preoccupazioni, sono tutti elementi che hanno profondamente inciso sui legami affettivi più stretti.

Se per alcune convivenze il maggior tempo condiviso è stata una benedizione, altri rapporti sono stati sottoposti a forte stress, causando in alcuni casi delle vere e proprie crisi con il conseguente rischio di profonde rotture che esitano talvolta anche nella valutazione di una separazione.

La psicologia di coppia permette di affrontare le problematiche che possono verificarsi anche nella relazione più affiatata quando si manifestano momenti di criticità. Un percorso che risulta particolarmente indicato per le coppie che ritengono di avere perso l’equilibrio nella loro vita insieme e desiderano farsi aiutare per riuscire a comunicare meglio e a risolvere i dissapori. La psicologia di coppia permette, infatti, di affrontare quelle dinamiche che comportano il verificarsi di conflitti troppo frequenti: circoli viziosi in cui nessuno dei due ha ragione in senso assoluto ma, piuttosto, entrambi hanno le proprie ragioni.

Una delle situazioni più frequenti che fanno soffrire la coppia riguarda l’instaurarsi di impasse nella comunicazione e nella relazione, dalle quali è difficile uscire senza l’aiuto di un esperto. Il terapeuta di coppia si pone infatti come “terzo” neutrale ed equidistante dai due membri, aiutandoli ad analizzare le dinamiche interne al rapporto, ad individuare le cause della crisi, a sciogliere i nodi problematici e le aspettative reciproche disfunzionali.

La psicologia di coppia si rivela, quindi, uno strumento valido non solo per conoscersi meglio e rafforzare il rapporto, affrontando insieme un momento difficile e delicato con la guida (e la mediazione) di un professionista esperto come uno psicologo online, ma anche una scelta da considerare per prevenire un’eventuale separazione che, come ben si sa, presenta conseguenze dolorose e definitive.

Quali sono i vantaggi

I percorsi in presenza, è bene sottolinearlo, rimangono sempre il “gold standard” della psicologia di coppia, ovvero la soluzione ottimale per sviluppare un percorso terapeutico. Questo perché la crescita e il cambiamento avvengono proprio grazie alla relazione di fiducia che si instaura con il terapeuta.

Consultare uno psicologo online ha comunque dei benefici concreti e particolari, legati anche alla modalità di svolgimento delle sedute, particolarmente importanti in una situazione di incertezza come quella legata all’emergenza Covid-19. Nel dettaglio:

  • Permette di mantenere la costanza degli appuntamenti anche in casi particolari di necessità (quarantene o isolamento propri o dei figli, trasferte o viaggi di lavoro, etc.).
  • Consente di programmare dei percorsi “misti”, in parte online e in parte in presenza, ottenendo il massimo dalla combinazione di entrambe le soluzioni terapeutiche.
  • Il paziente può scegliere il professionista che ritiene più adatto per la propria problematica, anche se quest’ultimo si trova a molti chilometri di distanza.

Chi è lo psicologo online?

Lo psicologo online è un professionista della salute mentale, laureato in psicologia e iscritto all’Albo degli Psicologi. Quando ha conseguito una specializzazione nella cura dei disturbi mentali, è anche psicoterapeuta.

Uno psicologo online può offrire supporto e consulenza per un’ampia varietà di disagi psicologici (ansia, stress, problemi relazionali e familiari, etc.) e, se adeguatamente formato e preparato, può offrire la propria professionalità anche da remoto a chi, per bisogno o per scelta, decide di avvalersi delle sue competenze.

La psicologia online, pertanto, deve rispettare le linee guida fornite dal codice deontologico degli psicologi, e il professionista, nella fase iniziale di conoscenza, è necessario che valuti se, con quella specifica persona o coppia, la modalità online è adatta e percorribile. Infatti, per alcune situazioni, può risultare non ottimale e quindi sconsigliabile.

È sempre opportuno, comunque, considerare che, di tanto in tanto, si rivela necessario incontrarsi di persona. Motivo per cui la scelta migliore è sempre quella di una proposta personalizzata e che preveda di intervallare il percorso con alcune sedute in presenza.

Gli elementi da considerare quando si sceglie lo psicologo online

Destreggiarsi tra le varie proposte dei professionisti della psicologia può non essere facile. Ci sono, tuttavia, dei parametri che si rivelano sempre validi da considerare, in modo da poter effettuare la scelta più adatta ai propri bisogni.

In primo luogo, occorre verificare l’iscrizione all’Albo dello psicologo e l’eventuale specializzazione in psicoterapia. Oltre a conoscere i suoi titoli, la sua formazione e il suo curriculum, è importante accertarsi che sia esperto nella problematica che interessa risolvere.

Risulta inoltre indispensabile tenere presenti degli aspetti più di tipo tecnico, ovvero:

  • Avere una connessione dati sufficientemente stabile per poter svolgere una seduta senza interruzioni.
  • È fondamentale assicurarsi di poter disporre della privacy necessaria per incontrare lo psicologo senza essere disturbati.
  • Infine, l’assenza del terapeuta “in carne ed ossa” può rendere per alcune persone più difficile aprirsi e stabilire un rapporto di vicinanza, così da instaurare una relazione empatica con il terapeuta.

Alla luce di questi elementi è necessario, in tutta sincerità e serenità, domandarsi se la modalità online consente davvero di instaurare una relazione di fiducia oppure se è meglio intraprendere un percorso più classico nello studio del terapeuta. Una valutazione estremamente intima e personale, che non ha mai una risposta univoca.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 22-02-2022


Arredamento camera da letto: ecco le principali tendenze del 2022

Meal kit: che grande comodità! Scopriamo cosa sono e come funzionano