Proteine: sostanze necessarie all'organismo

Proteine: sostanze necessarie all’organismo

Le proteine in polvere, così come quelle alimentari, rivestono un ruolo importantissimo nel preservare la salute e la funzionalità dell’organismo.

Esse infatti sono presenti tanto nell’apparato muscolare quanto in quello scheletrico nonché nelle parti cheratinose del corpo (unghia e capelli su tutte) e nei tessuti molli. Ma non è tutto. La loro funzione non è soltanto quella di concorrere alla costruzione ed al funzionamento delle parti organiche or ora citate: le proteine servono infatti anche a garantire agli esseri umani la perfetta sintesi di alcuni importantissimi ormoni, insulina su tutti. Inoltre, grazie a queste utili sostanze, il corpo umano riesce a produrre degli enzimi indispensabili per vivere. Insomma le proteine sono dei solidi mattoni senza i quali non sarebbe possibile immaginare l’esistenza degli organismi

Per questo motivo è necessario seguire sempre una dieta corretta e bilanciata in cui tali sostanze siano presenti nelle giuste quantità. Ovviamente però quando l’alimentazione risulta in tal senso carente o il corpo fatica ad assimilare queste sostanze, diventa necessario ricorrere a degli integratori.

Proteine alimentari: cosa sono?

Abbiamo ben capito che le proteine sono a dir poco fondamentali per rimanere in vita ed in buona salute. Ma, volendo scendere un po’ più nel dettaglio, come definiremmo queste sostanze? Beh, diciamo innanzitutto che esse altro non sono che particolari connubi di aminoacidi. Questi ultimi sono definibili a loro volta come dei composti organici impiegati dall’organismo per ricreare il metabolismo cellulare, andare incontro a processi di crescita e sviluppo e permettere ad alcuni organi di funzionare correttamente. 

Sono ben 22 gli aminoacidi che devono essere presenti ed agire in un organismo sano: alcuni di essi possono essere normalmente prodotti dal corpo (si tratta dei 13 aminoacidi non essenziali), altri devono essere ingeriti (si tratta dei 9 aminoacidi essenziali). L’assenza o la scarsa presenza di uno qualsiasi di questi agglomerati molecolari impedisce la sintesi delle proteine. 

Quando queste ultime contengono tutti gli aminoacidi ad oggi conosciuti vengono dette complete, diversamente si parla di proteine incomplete.

Adesso che abbiamo modo di capire se e quanto le proteine in polvere possano essere utili al nostro equilibrio psicofisico, focalizziamo l’attenzione su questa particolare categoria di integratori. 

Inutile dire che tali prodotti vengono spesso utilizzati in ambito sportivo e, soprattutto quando si raggiungono determinati livelli agonistici. La loro funzione è quella di sopperire all’assenza o alla scarsa presenza di determinate proteine. Esse possono mancare dal corpo perché questo accusa alcuni problemi legati alla sintesi degli aminoacidi o perché, magari a seguito di uno sforzo ripetuto e prolungato, l’organismo ha dato fondo a tutte le sue riserve. Proprio in quest’ottica gli atleti, bisognosi di ricostruire i loro muscoli, bevono spesso dei frullati. 

Ma perché alcuni preferiscono fare ricorso alle proteine in polvere piuttosto che a quelle alimentari? Beh, la funzione di queste due sostanze nutritive è pressoché identica ed è stata ampiamente descritta nel corso delle righe precedenti. Ciò che differenzia le une dalle altre è semmai la velocità di assimilazione da parte dell’organismo: i prodotti granulari entrano in circolo molto più velocemente rispetto agli altri. 

Proteine in polvere
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/farmacia-contatore-medico-1507122/

Le principali proteine in polvere

Ad oggi le principali proteine in polvere presenti in commercio sono quelle del siero del latte, della caseina e della soia. 

Nel primo caso abbiamo a che fare con un derivato della cagliatura del latte, nel secondo con il caglio vero e proprio (questa sostanza ha tra l’altro un alto potere saziante), nel terzo con delle proteine del siero del latte che l’organismo assimila in tempi ultrarapidi e nell’ultimo con ottimi acceleratori del metabolismo capaci di sviluppare massa muscolare. 

Molto diffuse sono anche le proteine in polvere derivanti dall’uovo.  Esse sono particolarmente utili all’organismo e contribuiscono alla veloce rigenerazione del tessuto muscolare nonché all’aumento del senso di sazietà.

Rischi e controindicazioni

Non tutti sono convinti della salubrità delle proteine in polvere. Partiamo dal presupposto che, salvo diversa indicazione, questi prodotti vengono ricavati naturalmente da alimenti presenti già in natura. Essi non sono quindi di per sé dannosi, ma possono effettivamente diventarlo se utilizzati nei modi e nei dosaggi sbagliati. 

Questo significa attenersi al principio secondo il quale l’assunzione di tali integratori può essere ritenuta corretta in relazione ad una formula che tenga in considerazione il peso, lo stile di vita e gli obiettivi perseguiti dal soggetto. In sostanza è ovvio che l’apporto proteico prescritto ad un atleta non è paragonabile a quello di un uomo che conduce una vita sedentaria

Attenzione poi alla tipologia di proteina assunta: ciascuna delle suddette categoria (siero del latte, caseina, soia, ecc.) va bene per un caso e non per un altro. Infine si tenga presente anche che in relazione alla velocità con cui questi integratori entrano in circolo si parlerà di proteine concentrate, isolate ed idrolizzate. 

Per essere sicuri di non incappare in spiacevoli inconvenienti è necessario rivolgersi quindi ad un esperto del settore che, tenendo conto dei suddetti parametri, sappia indicarci cosa assumere di preciso ed in quali quantità. 

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/farmacia-contatore-medico-1507122/

ultimo aggiornamento: 16-10-2019

X