Il Nobel per la fisica 2021 è stato assegnato all’italiano Giorgio Parisi, professore emerito all’università La Sapienza di Roma.

Giorgio Parisi, 73 anni, è stato insignito del Premio Nobel per la fisica 2021 insieme ai colleghi Syukuro Manabe e Klaus Hasselmann. Parisi è  fisico teorico dell’Università Sapienza di Roma e dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare; è stata premiata in particolare la sua ricerca sui sistemi complessi nei modelli climatici e sul surriscaldamento globale.

Il professore fa parte della National Academy of Sciences degli Stati Uniti ed è stato presidente dell’Accademia dei Lincei dal 2018 al 2021, mentre oggi ne è il vicepresidente.

Il Premio Nobel gli è stato conferito con la seguente motivazione:

“Per la scoperta dell’interazione tra disordine e fluttuazioni nei sistemi fisici dalla scala atomica a quella planetaria”.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Il ritiro del premio Nobel

Giorgio Parisi ha ritirato il premio con evidente emozione, ammettendo: “Non me l’aspettavo.” Poi ha aggiunto: “La fisica è soprattutto questo: identificare fenomeni nuovi. Ma per cogliere al volo il”nuovo” devi avere coscienza di tutto ciò che conosci e di ciò che ti aspetti.” Una grande dichiarazione d’amore per la sua materia di studio, ma anche un chiaro invito alla ricerca.

Tutte le recenti interviste a Giorgio Parisi si sono chiuse con un significativo appello a investire nella ricerca:

“Bisogna investire 15 miliardi in più sulla ricerca pubblica in modo da raggiungere la media europea. È necessario rafforzare la ricerca di base: il futuro della scienza è imprevedibile.”

Nelle sue parole Parisi ricorda anche l’importanza dei giovani e il loro ruolo determinante nel futuro: “I giovani sono fondamentali per la nostra società. Finanziamone la ricerca!” Le sue dichiarazioni riecheggiano come tuoni nel mondo accademico e scientifico italiano, dove la penuria di fondi e di finanziamenti è un problema all’ordine del giorno. Le sue affermazioni su un palcoscenico internazionale, come quello di Stoccolma, sono state rilevanti nel far comprendere a una fetta più ampia di pubblico l’importanza degli studi specialistici in Italia.

Giorgio Parisi è il ventesimo Premio Nobel italiano a partire dall’origine dell’onorificenza dal valore mondiale.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 05-10-2021


Tragedia a Italia’s Got Talent: aveva solo 15 anni

Cristina Parodi ricorda l’importanza della prevenzione contro il tumore al seno