Da qualche tempo, la zona bagno ha detto addio alle piastrelle in favore della vernice. Quali sono le migliori pitture per bagni?

Le pitture per bagni sono di gran moda, è impossibile negarlo. Eppure, ci sono anche altri motivi che spingono le persone a preferire la vernice alle classiche piastrelle. Quali sono i prodotti migliori? Scopriamo insieme perché è preferibile utilizzare una tinta lavabile.

Pitture per bagni: perché preferirle alle piastrelle

Addio piastrelle e ben venute pitture per i bagni: questo potrebbe essere lo slogan perfetto e più scontato in tema restyling bathroom. Negli ultimi tempi è tornata in auge una moda che, in realtà, affonda le radici in tempi lontani. Stiamo parlando della vernice al posto delle classiche mattonelle per la zona bagno. Ovviamente, non è solo una questione di stile o gusto, impiegare la tinta invece che le piastrelle ha anche i suoi vantaggi. In primis, il risparmio economico: la vernice costa molto meno. Se la vostra intenzione, poi, è quella di mettere sulle pareti rivestimenti importanti, le pitture vi aiuteranno ad alleggerire l’ambiente. Al contrario, se desiderate un restyling minimalista, vi consentirà di avere linee pulite e forme semplici.

Un altro vantaggio delle pitture per bagni riguarda i dettagli: con la vernice, quando applicata da professionisti, si possono creare diversi effetti. Dalla superficie liscia a quella a buccia d’arancia, passando per l’opaca e la lucida. Ovviamente, con le tante tonalità di vernice disponibili si possono creare geometrie diverse che, quando stancano, hanno bisogno di un semplice rullo/pennellessa per essere ‘cancellate’. Infine, un vantaggio che non va assolutamente sottovalutato riguarda l’ampiezza: quando un bathroom è piccolo, una tinta chiara vi aiuterà a donare continuità tra le superfici delle pareti e quelle del soffitto, facendolo apparire più ampio.

stanza bagno colorata
Fonte foto: https://www.pinterest.it/pin/35606653294344051/

Pittura per bagno: vince la lavabile

Le vernici per bagno devono assolutamente essere antimuffa, anti condensa, idrorepellenti e fortemente traspiranti. Pertanto, devono essere capaci di resistere ai getti d’acqua senza rovinarsi e consentire di essere lavate e sanificate come richiesto dalle vigenti normative. Le pitture per bagno più indicate sono l’idropittura traspirante e quella lavabile e super lavabile. La prima consente alle pareti di permeare vapori e umidità. Pertanto, è consigliata per ambienti molto umidi e soggetti a formazione di condensa. Quella lavabile e super lavabile, al momento la più gettonata anche se resiste soprattutto in ambienti poco umidi, garantisce un’ottima copertura e resistenza allo sporco e allo sfregamento.

Infine, tra le pitture lavabili per bagno, è consigliato anche lo smalto murale. Ha un’ottima copertura e, appena asciutto, forma una pellicola dall’aspetto lucido, satinato o opaco. È super lavabile, anche con detergenti, ed è per questo motivo che è molto utilizzato in ambienti che necessitano di una sanificazione quotidiana, come asili, ambulatori medici e sale d’aspetto.

ultimo aggiornamento: 11-08-2021


Perché il microfono non funziona? Possibili cause e soluzioni

Le migliori app per fare sticker