Naike Rivelli sfrattata di casa, si sfoga su Facebook…

Naike Rivelli è stata sfrattata dalla sua casa per non aver pagato 80 mila euro d’affitto! Racconta tutto su Facebook…

chiudi

Caricamento Player...

Naike Rivelli, figlia dell’attrice Ornella Muti, è stata sfrattata dalla sua abitazione, nel quartiere Monte Mario a Roma. È stato richiesto uno sfratto per morosità, dal proprietario dell’appartamento. Quindi la modella ha preparato le valigie in fretta e furia e si è trasferita in albergo, all’Hotel dei Principi, vicino a Villa Borghese.

La bella Naike sarebbe accusata di morosità, per non aver pagato l’affitto. La cifra è esorbitante, supera gli 80 mila euro.

Un post condiviso da Naike Rivelli (@naikerivelli) in data:

Insieme a Naike Rivelli nella casa, al momento dello sfratto erano presenti anche la madre e attrice 62enne, Ornella Muti, i figli Carolina e Andrea Fachinetti, i nipoti e la nonna. La famiglia era tutta riunita proprio per accudire la nonna gravemente malata, la quale si sarebbe spaventata molto per l’accaduto.

Le dichiarazioni sui social!

La bella Naike è solita a condividere con i suoi più di 170 mila followers scatti molto provocanti e a raccontare la sua quotidianità sui social. Infatti non ha perso l’occasione di sfogarsi per l’accaduto postando foto di scatoloni accompagnate dagli ashtag #sfrattoinatto e #sfrattata.

Inoltre su Facebook ha scritto un lungo post di sfogo, affermando: “La mia giornata oggi inizia con uno sfratto in atto. Questa è una storia che mi farò pagare per raccontarla tutta. Tanti amici sono qui a darci una mano. Stavamo andando via da questa casa il 20 ma il padrone di casa, con cui ho un passato molto strano, ha deciso che dovevamo andare prima. Questa mattina, mia sorella è stata buttata fuori dalla sua stanza, mia nonna che non sapete come sta… Per fortuna abbiamo molti amici e ci spargeremo ovunque. Chiedo agli italiani, quelli come noi, gli zingari, quelli non accettati da tutti e non capiti, di stringerci le mani da lontano. Le uniche cose da fare in questi momenti sono abbracciarsi, guardarsi in giro e sorridere“.