Il 13 agosto 2019 la fenomenale presentatrice de “Le iene” chinava il capo da guerriera al termine di una lunga battaglia contro il tumore. Due anni dopo il suo ricordo è più vivo che mai…

Sono ormai trascorsi due anni dalla tragica scomparsa di Nadia Toffa, giornalista e conduttrice televisiva, che ha lasciato un’impronta indelebile nel cuore di molti – colleghi, familiari, ammiratori e fans, ma anche tra tante persone che combattevano una battaglia simile alla sua e che hanno apprezzato la sua scelta di raccontare la malattia sui social sempre con il sorriso.

Aveva un sorriso contagioso Nadia e un’energia incontenibile, una voglia di vivere straripante. Della sua battaglia contro il cancro diceva: “Adesso la mia battaglia è questa e io non mi tiro indietro.” Ha affrontato con grinta tutti gli stadi della malattia, con la stessa determinazione ostinata che metteva nel lavoro e che emerge, a posteriori, in tutte le sue bellissime interviste.

Nel suo ultimo post Instagram appariva sorridente abbracciata all’inseparabile cagnolino Totò. Ha lasciato una preziosa testimonianza nel libro autobiografico “Fiorire d’inverno” (Mondadori, 2018) nel quale affermava:

La fragilità non è una debolezza, ma è la condizione dell’essere umano ed è proprio lei che ci protegge.

Il suo non era un libro per malati di tumore, non ti insegnava ad affrontare con dignità la malattia, ma ti insegnava ad affrontare la vita. Quelle pagine sono un concentrato di coraggio, la più bella virtù di Nadia. Tante parole preziose, da segnare su un’agenda e conservare come appunti sull’esistenza.

13 agosto. L’anniversario della scomparsa

Perché alla fine Nadia Toffa ha lasciato al mondo intero una morale, un insegnamento di vita: “Mi sono fermata e intorno a me c’era tutto l’amore di chi mi è stato accanto e lo è tuttora, tutto l’amore del mondo diffuso nell’aria, ovunque.” La sua battaglia non è stata vana, ha aperto gli occhi a tanta gente che prima non era in grado di vedere.

E quell’amore, di cui parla Nadia nel suo libro, c’è, esiste, non se n’è mai andato. Lo testimoniano i ricordi di familiari, colleghi, amici che ora, come ogni anno, si preparano a commemorare l’anniversario della scomparsa. A dire ancora una volta con più vigore: “Sei ancora qui Nadia, non te ne sei mai andata.”

Nel ricordo della sorella Mara è più viva che mai: “Nadia? Un concentrato di cose belle. Era  Nadia che faceva coraggio a noi. Era un’anima splendida.”

È stata proprio la sorella, due anni, ad utilizzare per l’ultima volta il suo profilo Instagram per mandarle l’ultimo abbraccio, nella speranza che lei potesse ancora sentire tutto quel calore. L’ultimo messaggio, d’altronde, non poteva che essere un messaggio d’amore.

Già un angelo in vita, ora sei libera e serena nell’Amore più grande. Riscaldati dall’abbraccio di tutti❤️🙏🏿

Ogni anno, il 10 giugno, in occasione del suo compleanno amici e colleghi non mancano di inondare i suoi profili social con auguri e messaggi. Quest’anno Nadia Toffa avrebbe compiuto 42 anni.  “Ci manchi tutti i giorni, oggi ancora di più,” si legge tra gli ultimi messaggi a lei destinati.

Di sicuro lei da lassù sarà felicissima di vedere che qui per lei c’è ancora amore, amore ovunque, amore incondizionato, nel segno indelebile del suo ricordo che non svanirà.

ultimo aggiornamento: 02-08-2021


Hamilton e la sindrome da “Long Covid”

Simona Ventura: “A D’Urso e Venier preferisco la pizza”