Quali sono le monete straniere rare di maggior valore? Ecco alcuni esemplari molto ricercati dagli appassionati di numismatica e non solo.

Gli appassionati di numismatica spesso sono alla ricerca di monete straniere rare, che siano sterline, dollari, pesos o altro. Un mercato sempre pronto a regalare nuove soddisfazioni per chi ama banconote e monete provenienti da tutto il mondo. Ma quali sono le meno comuni e quelle che hanno un valore più elevato? Proviamo a scoprirlo insieme.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Monete straniere di valore

Di monete rare, magari coniate per una celebrazione speciale, ne esistono molte. Partiamo però non da una moneta, ma da una banconota. In particolare, quella da 10.000 pesos argentini dedicata all’indimenticabile Diego Armando Maradona, scomparso il 25 novembre 2020 a 60 anni.

Una banconota che al momento non è stata ancora stampata per via di problemi di inflazione che attanagliano Buenos Aires, ma conviene restare attenti alla questione: sarà sicuramente un pezzo da collezione ricercatissimo dagli amanti del calcio e non solo.

Diego Armando Maradona
Diego Armando Maradona

Da un campione dello sport a un altro. Se Diego è stato il più grande calciatore di tutti i tempi, nel tennis il ruolo di GOAT è dalla gran parte degli affezionati assegnato a Roger Federer. In Svizzera è un vero idolo, e a lui sono state dedicate ben due monete, una in argento (dal valore di 20 franchi) e una in oro (valore di 50 franchi). Non sono a tirature limitatissime, ma vanno sicuramente tenute d’occhio.

Al di là delle monete commemorative, però, se cerchi dei pezzi rari che possono valere anche una fortuna, è un altro il mercato che devi guardare con maggior attenzione: quello dei dollari americani e delle monete antiche.

Monete straniere: i dollari che valgono una fortuna

Tra le monete estere rare i dollari, o meglio i centesimi di dollaro, occupano un ruolo particolarissimo. Ne esistono infatti molti ricercati dai collezionisti di tutto il mondo. Ad esempio la moneta da 1 centesimo con Lincoln datata 1914. Coniata in oltre 4 milioni di esemplari, ma mai in eccellenti condizioni. Proprio per questo il suo valore economico è elevatissimo. Per gli esemplari conservati meglio si può arrivare anche a circa 95mila euro. E stiamo parlando di uno di quelli dal valore minore!

Pensi sia molto? Ebbene, il centesimo di dollaro 1944-D, realizzato in oltre 430 milioni di esemplari, ha un valore ancora più grande, essendo stata stampata in acciaio invece che sul normale rame. All’asta è arrivato ad essere valutato circa 103mila euro. Simile il valore del centesimo di dollaro 1909-S, la cui peculiarità è avere come firma la sigla V.D.B. Il problema è che non si potevano mettere tre iniziali all’epoca per firmare una moneta, ma al massimo due. Per questo il dipartimento del tesoro ne richiese il ritiro immediato, dopo che già 500mila esemplari erano stati coniati.

Di centesimi da oltre 100mila dollari di valore abbiamo poi quelli di fine ‘800 (con la testa di indiano sul dritto), il centesimo di dollaro 1969-S (con scritte sdoppiate), il centesimo di dollaro 1926-S (coniata in pochissimi esemplari), il centesimo di dollaro 1856 (con l’aquila che vola) e tanti altri ancora.

Se però cerchi la moneta rara estera più quotata in assoluto, non puoi non prendere in considerazione il centesimo 1943-D in bronzo. Una moneta risalente al periodo della seconda guerra mondiale ma scoperta solo nel 1979. Penny con Lincoln coniato dalla zecca di Denver in lega di bronzo invece che in acciaio zincato. Ne resta al momento un solo esemplare, e per questo è la moneta da 1 cent più preziosa al mondo, quotata addirittura più di 1 milione e mezzo di dollari.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 12-04-2021


L’Italia diventa arancione: ecco le regole, cosa si può fare e cosa è vietato

Le app per animali da compagnia di cui non potrai più fare a meno