Festa della donna: perché l’8 marzo di ogni anno si regala la mimosa come fiore simbolo delle donne in Italia. Ecco la storia e le ipotesi alla base di questa tradizione.

Perché si regala la mimosa per la festa della donna? L’8 marzo di ogni anno, durante la Giornata internazionale dei diritti della donna, è tradizione regalare questi fiori gialli e profumatissimi. Un’usanza tipicamente italiana, visto che nel resto del mondo l’omaggio floreale scelto dagli uomini è diverso e non essenzialmente legato alle mimose. Scopriamo insieme quali sono i motivi alla base di questa tradizione che ormai ci accompagna da tantissimi anni!

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Mimose per la Festa della donna l’8 marzo: le ipotesi

Le ipotesi per cui le mimose alle donne vengono regalate, almeno in Italia,proprio l’8 marzo, sono diverse. Proviamo a fare chiarezza partendo dalla nascita della Giornata per la donna, istituita dall’ONU nel 1977. Fino a quel momento la giornata dell’8 marzo era ritenuta una festività ‘di sinistra’ da noi, a causa delle origini storiche: nel 1921 a Mosca era stata proclamata proprio quella data Giornata internazionale dell’operaia dalla Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste.

Mimosa Festa della Donna
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/mimosa-fiore-giallo-primavera-2970960/

La festa venne introdotta nel nostro paese dall’Unione donne italiane, associazione femminile proveniente dal Pci, dal Psi e dal Partito d’Azione. In particolare, il primo festeggiamento avvenne l’8 marzo 1945 nelle zone dell’Italia libera. Al termine della guerra, le celebrazioni vennero estese in maniera ‘ufficiosa’ in tutto il Paese dal 1946. Proprio quell’anno fu proposto fiore per la Festa della donna proprio la mimosa. Le promotrici furono Teresa Noce, Teresa Mattei e Rita Montagnana, convinte che le mimose fossero una soluzione pratica essendo un fiore che sboccia a marzo ed è facilmente reperibile nei campi (quindi economico).

Perché le mimose per le donne?

Questa decisione, secondo i resoconti dell’epoca, non fu subito accolta con entusiasmo, specialmente da alcuni esponenti politici del Pci. Il mondo della sinistra italiana avrebbe infatti preferito come simbolo la violetta, già scelto come fiore della sinistra europea. Ma le donne dell’Udi posero il veto a questa proposta, in quanto si trattava di un fiore particolarmente costoso.

Look Capodanno

Tuttavia, esistono altre ipotesi sulla scelta della mimosa come fiore della Festa della donna. Come tutti sanno, la data dell’8 marzo è infatti collegata alla protesta di 129 operaie di New York nel 1908 contro le condizioni indegne di lavoro cui erano sottoposte, culminata in un incendio in cui tutte e 129 rimasero uccise. Proprio legandosi a questo episodio, secondo alcuni durante la Festa della donna si regalano delle mimose in quanto vicino alla fabbrica bruciata sorgeva un albero di mimosa. Forse è solo una leggenda, ma rende di certo ancora più romantica e affascinante questa giornata così speciale (una frase, inoltre, può essere la ciliegina sulla torta) e lo splendido fiore ad essa collegato!

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/mimosa-fiore-giallo-primavera-2970960/

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 10-01-2021


Il Regno Unito cancella la tampon tax: eliminata la tassa sugli assorbenti

Festa del papà: ecco come fare un biglietto di auguri (o dove trovarlo già fatti)