I giapponesi ci insegnano come imparare a risparmiare attraverso il metodo Kakebo: scopriamo insieme cos’è e come funziona.

Tra bollette, affitto da pagare e tante altre spese extra mensili, ci sembra quasi impossibile mettere da parte anche solo qualche euro dallo stipendio. Imparare a risparmiare non è semplice, specialmente se bisogna dar conto all’intero contesto familiare. I giapponesi, però, sembrano essere proprio bravi in questo e hanno voluto condividere con noi il metodo Kakebo. Un vero e proprio lifestyle che potrebbe cambiarci la vita... Scopriamo di più!

Cos’è il Kakebo e perché fa risparmiare

Kakebo non è nient’altro che un libro in cui vengono riportate tutte le spese, in poche parole un libro dei conti, anche se molto particolare Se vogliamo imparare a risparmiare, quindi, non dobbiamo fare altro che segnare qualsiasi tipo di spesa giornaliera e farci perennemente i conti in tasca in modo da tenere sempre tutto sotto controllo.

Rinegoziare il contratto di affitto
Risparmiare

Oltre a imparare l’arte del risparmio, con questo metodo giapponese molto diffuso è possibile anche imparare a controllarsi e a non spendere quando non è necessario. Mettere nero su bianco, inoltre, significa anche fissarsi degli obiettivi che dovranno essere raggiunti assolutamente. Questi obiettivi, però, non devono riguardare solo le spese, ma anche propri pensieri personali.

Kakebo, come funziona

Ora possiamo entrare nel dettaglio e capire come funziona realmente il metodo Kakebo. Un libro cartaceo che è possibile acquistare anche online: esso deve essere utilizzato ogni giorno e non dobbiamo mai accantonarlo. A inizio mese dobbiamo scrivere le entrate e le uscite previste e stabilire un budget familiare. Dopo aver segnato tutto questo, ogni giorno dobbiamo compilare delle caselle che corrispondono alle spese e alle entrate.

Grazie a questo, è possibile monitorare perennemente qualsiasi tipo di importo e, quindi, capire sempre di più come risparmiare, ad esempio, sulla spesa. Se, ad esempio, stiamo per sforare il budget, dobbiamo studiare bene un modo per rientrare nell’importo prestabilito. Un metodo che sta funzionando e sta avendo sempre più successo, specialmente sul web.

Perché non si tratta di un semplice libro di conti, ma di uno stile di vita che ti permette di diventare più determinato, disciplinato e positivo!

Risparmio
Risparmio

Kakebo fai da te: come farlo

Per realizzare un Kakebo home made è molto semplice. Si tratta insomma di un’agenda, quindi esso non è molto diverso da una di queste. Se si è già abituati ad avere un’agenda su cui vengono annotate tutte le spese fatte la cosa sarà molto semplice e veloce, ma anche in caso contrario non è richiesto un grande impegno o sforzo. Basterà semplicemente creare delle liste o delle tabelle personalizzate che si possono disegnare a mano o al pc, per poi compilarle una ad una.

La cosa essenziale e fondamentale è quella di avere a disposizione molte colonnine e diverse tabelle. Questo perché vanno annotate giorno per giorno le entrate e le uscite, e sopratutto le spese devono essere suddivise sulla base della loro categoria di appartenenza. Ci saranno infatti da annotare le spese che si fanno per le riparazioni in casa, le bollette, la spesa, la salute, la bellezza, e molto altro.

Alla fine di ogni mese e di ogni anno è poi essenziale ricordarsi di fare il bilancio, in modo da prendersi un momento per riflettere sulle proprie abitudini di spesa e su dove sia necessario intervenire per evitare uscite inutili e favorire il risparmio.


Le migliori idee regalo per la festa della mamma: cosa acquistare online

Quali regioni cambieranno colore dal 3 maggio?