Il coreografo e regista, Luca Tommasini, rivela un dettaglio drammatico della sua infanzia in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne.

In occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, Luca Tommasini durante un’intervista a Vanity Fair, dichiara di aver avuto un padre violento che picchiava lui e la madre. L’infanzia del regista e coreografo è seminata di brutti ricordi e il suo intervento fa riflettere sul tema.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Le dichiarazioni di Luca Tommasini sulla sua infanzia dolorosa

“Quello che ho patito di più è stata la violenza sulla mia mamma. Ho assistito agli abusi per ogni singolo giorno, per diversi anni, prima di cominciare a reagire. Papà l’ha colpita con calcio alle spalle, e lei è rimasta immobile. Era andata in coma. Mi sono trovato in ospedale solo con lei, perché anche i parenti ci urlavano addosso che non poteva essere vero, che la mamma non era stata colpita, ma era caduta”. Queste le parole di Luca Tommasini che ricorda un’infanzia dolorosa in cui il padre violento, lo picchiava e feriva anche la sua mamma. In occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, il regista ha voluto condividere la sua testimonianza con il mondo, la prova delle atrocità che spesso si consumano proprio dentro le mura domestiche.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 25-11-2021


Delia Duran fa coming out dalla D’Urso? Le dichiarazioni ambigue

Tommazo Zorzi contro Salvo Veneziano: “Bifolco, ignorante e omofobo”