I due giovani cantanti, insieme a un altro ragazzo, avrebbero usato violenza e minacce per farsi consegnare soldi, gioielli e oggetti personali.

I carabinieri insieme alla Procura di Milano hanno disposto l’arresto di Baby Gang e Neima Ezza per minacce, violenze e rapina. I giovani artisti avrebbero estorto soldi e oggetti ad alcune persone ricorrendo alle minacce. Sono 4 gli episodi, avvenuti tra Milano e Vignate.

Come si sono svolti i fatti

Come riporta Fan Page: “Le vittime sono state aggredite alle Colonne di San Lorenzo e in piazza Vetra: le aggressioni risalgono al maggio 2021. In base a quanto ricostruito dagli investigatori, sarebbero state bloccate e picchiate per poi essere derubate di alcune collanine d’oro. Due mesi più tardi, a Vignate altre due persone sono state avvicinate da due giovani. Uno di loro avrebbe avuto con sé una pistola e avrebbe rubato denaro, auricolari e le chiavi dell’auto. Le chiavi sono state portate via affinché non venissero seguiti. Sembrerebbe che i tre non abbiano agito da soli: sono infatti in corso ulteriori accertamenti per individuare eventuali complici.”

La procura di Milano ha disposto la misura cautelare in carcere per il rapper Baby Gang, mentre Neima Ezza e l’altro ragazzo complice sono stati attivati i domiciliari.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 20-01-2022


Il presidente del Codacons accusato di diffamazione dai Ferragnez

Covid: arriva il nuovo DPCM, no green pass al supermercato, ma solo per beni primari