Lo scorso 4 agosto Beirut è stato sconvolto dall’esplosione al porto: Mika ha organizzato un concerto benefico per raccogliere fondi per il suo Paese.

Era lo scorso 4 agosto quando il Libano veniva scosso da una tremenda esplosione verificatasi al porto della capitale Beirut che ha causato la morte di 190 persone, oltre a migliaia di feriti. Per aiutare il proprio Paese a rialzarsi, Mika ha organizzato un concerto benefico che ha chiamato I love Beirut (che è anche la sua città natale). L’evento sarà trasmesso su YouTube da sabato 19 settembre alle ore 21 e proseguirà per tutto il weekend, grazie anche alla partecipazioni di molti artisti internazionali.

I love Beirut: i cantanti

Oltre a Mika si esibiranno anche Laura Pausini, Rufus Wainwrigh e Kylie Minogue, parteciperà a I love Beirut anche l’attrice Salma Hayek.

LAURA PAUSINI
LAURA PAUSINI

“Questo sabato 19 settembre mi esibirò per il concerto benefico I Live Beirut, organizzato da Mika per supportare le persone colpite dalla devastante esplosione a Beirut, la sua città natale” ha annunciato la stessa Laura Pausini su Instagram

“La performance è stata registrata live dal Colosseo di Roma! Mika è un artista così straordinario e vero e ha realizzato uno spettacolo unico nel suo genere… Vi invito tutti a seguire questo evento di arte e musica per aiutare il popolo libanese” ha poi proseguito la cantante italiana.

I love Beirut, i biglietti: quanto costano

Come detto in precedenza, I love Beirut è un concerto organizzato a scopo benefico per aiutare la popolazione libanese colpita dal tragico incidente avvenuto al porto della capitale. Per questo motivo per assistere al concerto sarà necessario acquistare un tagliando virtuale.

Il prezzo del biglietto è di 10 euro, i soldi racconti verranno destinati a sostegno della Croce rossa libanese e di Save The Children, associazione che sono attive sul territorio e stanno aiutando la popolazione.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
mika

ultimo aggiornamento: 18-09-2020


Beata ignoranza: il film con Giallini e Gassmann è nato da un post su Facebook

Referendum ed elezioni regionali 2020: tutte le informazioni necessarie