Green Pass su smartphone e smartwatch: i trucchi per poterlo avere sempre a disposizione in pochissimi passaggi.

Il Green Pass, nella sua versione ‘super’ o in quella ‘normale’, è ormai diventato, che piaccia o meno, un compagno indispensabile nelle nostre vite. Dal 10 gennaio è obbligatorio per poter fare tantissime attività: dallo spostarsi con i mezzi pubblici al prendere semplicemente un caffè in un bar. Anche e soprattutto per questo motivo è diventato importante tenerlo sempre a portata di mano, magari sul proprio smartphone o sullo smartwatch, se non abbiamo avuto il tempo di stamparlo. Ma come fare per non dover perdere sempre tempo a cercarlo in cartelle nascoste dei propri dispositivi? Scopriamo insieme alcuni trucchi che potrebbero esserci d’aiuto.

Green Pass su smartphone: come averlo sempre a disposizione

Fermo restando l’importanza di avere anche una copia cartacea sempre con sé, soprattutto per non incappare in inconvenienti relativi allo smarrimento dello smartphone, o semplicemente alla batteria scarica, è ormai necessario avere questo documento a portata di mano anche sul proprio dispositivo. Ad esempio salvandolo nella galleria fotografica.

Green Pass
Green Pass

Come riuscirci? Semplice. Basta scattare una foto con lo smartphone, andare nella Galelria fotografica di Android o di iOS e contrassegnare l’immagine come preferita. In alternativa, è possibile salvarlo anche nelle Note del nostro smartphone, procedendo con una rapida scansione. Ma anche senza questi trucchetti ‘artigianali’, esistono almeno due app che ci permettono di poter avere il certificato verde sempre a disposizione. Si tratta delle due app sviluppate dallo Stato, IO e Immuni. La prima permette di ricevere il Pass in automatico dopo aver effettuato un tampone o la vaccinazione. Per trovarlo basta aprire l’app e toccare su Certificazione Verde Covid-19. In alternativa è possibile salvare il certificato anche in galleria, come visto prima. Discorso simile per Immuni, che dà accesso alla certificazione in pochissimi tap.

C’è poi chi, più sbrigativamente, ha scelto di tagliare la testa al toro, salvando il Green Pass in galleria per poi impostarlo come sfondo del desktop del proprio smartphone. In questo modo non bisognerà perdere nemmeno un secondo per cercarlo, perché sarà sempre davanti ai nostri occhi. Forse anche troppo. Per chi preferisce tenerlo più nascosto, la soluzione è farlo diventare un widget, raggiungibile attraverso una scorciatoia. Per riuscirci basta utilizzare semplici app come Stocard.

Green Pass su smartwatch?

Forse anche più comodo dello smartphone potrebbe essere in alcuni casi però lo smartwatch. Ma è possibile averlo sempre a portata di mano sul proprio orologio intelligente? La risposta è sì. Grazie a Wallet è possibile trasferire il documento tra le carte di credito. Per richiamarlo in questo caso basterà solo un tap.

Per caricare il Pass su Wallet è necessario stampare il certificato o andare sull’app IO. Una volta ottenuta l’immagine in galleria, sarà possibile caricarlo su Wallet, anche cambiandogli colore, eventualmente. C’è però un fattore da considerare. In questo modo la certificazione diventerà condivisa con un soggetto terzo. Il rischio è minimo, ma è sempre meglio analizzare una soluzione in ogni suo aspetto.

Di seguito un video che ci mostra tutti i passaggi per inserire il Pass sul portafoglio di Apple:

Riproduzione riservata © 2022 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 11-01-2022


Come capire se non è più innamorato di te: i segnali inequivocabili

Qual è lo stipendio dei commessi parlamentari e cosa c’è da sapere a riguardo