Corona ‘sfrattato’ dalla sua casa: dovrà lasciarla entro 120 giorni

L’abitazione in cui al momento risiede Fabrizio Corona risulta già confiscata dall’aprile del 2018 e appartiene allo Stato.

Ha 120 giorni di tempo, poi dovrà liberare la casa che nel 2018 gli era stata confiscata. Altra disavventura per Fabrizio Corona, l’ex re dei paparazzi: l’abitazione di via De Cristoforis dovrà infatti essere lasciata dall’uomo, che ha ricevuto dall’Agenzia del Demanio questo ‘sfratto’. Quando, lo scorso novembre, il Tribunale di Sorveglianza aveva deciso l’affidamento terapeutico per dipendenza dalla cocaina, Fabrizio Corona aveva indicato come sua dimora proprio quella casa. In realtà mesi prima era già stata confiscata e per quello dovrà comunque essere al più presto lasciata dall’uomo.

Fabrizio Corona: la casa confiscata non gli appartiene più

Secondo le indiscrezioni questa comunicazione da parte del Demanio risale a poco più di dieci giorni fa. Il 15 febbraio, infatti, Corona ha ricevuto l’avviso con cui lo si invita a lasciare la casa perché a quanto si legge l’uomo non avrebbe diritto di abitarci.

FABRIZIO CORONA
FABRIZIO CORONA

Ad aprile 2018 il Tribunale, nello specifico la Sezione misure di prevenzione aveva avviato la procedura: quella casa ad oggi non appartiene a Corona (oltretutto l’intestatario sarebbe un collaboratore dell’uomo) ma appartiene allo Stato italiano.

Fabrizio Corona: con Nina Moric ha trovato un equilibrio

Non va però tutto male a Fabrizio Corona, ancora alle prese con guai giudiziari. Dopo essere uscito dal carcere ha infatti pian piano ricostruito un rapporto con la ex Nina Moric, madre del figlio Carlos.

Nella coppia, a giudicare dagli scambi su Instagram e dalle stesse interviste rilasciate, è tornato il sereno dopo anni più di bassi che di alti, di liti e di forti contrasti. Per il bene di Carlos – nonostante su qualche aspetto i due non la pensino esattamente allo stesso modo – Fabrizio Corona e Nina Moric hanno messo da parte ogni incomprensione vivendo la loro realtà nel miglior modo possibile.

ultimo aggiornamento: 26-02-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X