Il noto re dei paparazzi Fabrizio Corona ha visto il suo account Instagram essere bloccato dopo alcune parole sulla vicenda Totti-Blasi.

La “guerra” social è iniziata da qualche giorno. Protagonisti Fabrizio Corona, suo figlio Carlos, ma anche e soprattutto Francesco Totti, Ilary Blasi e Instagram “in persona”. Tutta colpa del profilo ufficiale dell’ex re dei paparazzi che è stato improvvisamente bloccato dopo aver parlato della vicenda tra l’ex capitano della Roma e la conduttrice tv. Infatti, l’accounto dell’uomo è diventato irragiungibile dopo aver annunciato “verità” sul caso della coppia. A fare chiarezza è stato in queste ore il legale di Corona, Ivano Chiesa.

Fabrizio Corona bloccato da Instagram: parla il legale

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona

L’avvocato di Fabrizio Corona ha parlato della vicenda a Fanpage cercando di spiegare la sua posizione e quella del suo assistito: “Il profilo è stato disabilitato. Mi ha chiesto cosa ne pensassi e ho risposto che Instagram ha rotto le scatole. In un paese come l’Italia, in cui vige libertà di parola e di espressione, non puoi permetterti di bloccare un sistema di comunicazione, tantomeno senza comunicarlo preventivamente. Ritengo che sia illegittimo e vedremo cosa fare”.

Ivano Chiesa ha anche proseguito: “Siamo in Italia, non in Russia. Il concetto che chi somministra un servizio possa fare ciò che gli pare è sbagliato perché esiste una cosa chiamata Codice Civile e sopra c’è un’altra cosa che si chiama Carta Costituzionale. Il regolamento di Instagram prevede che, a loro insindacabile giudizio (e su questo avrei molto da dire), se ritengono di trovarsi di fronte a pubblicazioni che ledono le linee guida, possono chiudere il profilo. Ma comunque te lo devono dire prima, altrimenti diventa censura. Se domani comincio a scrivere che il signor Rossi è uno str***, e lo scrivo per una settimana, non possono chiudermi. Al massimo, il signor Rossi può querelarmi. La censura preventiva non è consentita nel nostro ordinamento”.

Infine l’avvocato di Corona ha aggiunto: “Cosa ha fatto scattare il blocco? Non lo so, quello che ho visto era assolutamente neutro. Non ho provato a contattarli, al massimo gli faccio causa. A distanza di 24 ore non ho ancora ricevuto alcuna comunicazione. Ho studiato Diritto tutta la vita e siccome sono un democratico puro, queste cose mi fanno arrabbiare. Gli atti di prepotenza non sono tollerabili”.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 16-09-2022


Uomini e Donne, è finito un amore storico: “Sono stata malissimo”

Stefania Orlando conferma: “Mio matrimonio finito. Molto doloroso ma…”