Ieri sera a Le Iene, Elena Santarelli ha sostituito Ornella Vanoni come conduttrice dello show e a presentato un monologo sulla malattia del figlio.

Nell’ultima puntata de Le Iene, Elena Santarelli ha sostituito Ornella Vanoni che non si è potuta presentare in studio a causa dell’influenza. La conduttrice si è esibita in un toccante monologo sulla malattia del figlio Giacomo, a cui è stato diagnosticato un tumore al cervello.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Il toccante monologo di Elena Santarelli che ha commosso il pubblico

“Questa sera non vi parlo della malattia di mio figlio, ma di come si torna a vivere durante e dopo la malattia. Io mi sono vergognata di farlo, ho sentito parole che mi hanno fatto sentire sporca tipo: “Ma come fai a lasciare tuo figlio solo?”. Mi sono vergognata di tornare a lavorare, di uscire a cena con mio marito, persino andare dal parrucchiere quando ho sentito un’altra donna sussurrare: “Che cazzo ci fa qui la Santarelli? Io con un figlio malato starei a casa”.E a casa ci tornavo, mi buttavo subito sotto la doccia, per pulirmi dallo sporco che mi avevano appiccicato addosso. “Fai schifo”, mi dicevo, “ma cosa stai facendo?”. Grattavo via lo smalto appena messo sulle unghie perché mi sentivo male ad essermi presa un pezzo di vita per me. Quegli sguardi, quelle parole, ti dicono che c’è solo un posto dove puoi stare: al fianco di tuo figlio che si sta ancora curando. Quegli sguardi ti proibiscono di essere altro dalla malattia.”

Questo è l’inizio del monologo di Elena Santarelli, riportato da Fan Page. Dopo l’ultima operazione Giacomo è guarito dal tumore e può vivere serenamente.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

Le Iene

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 17-11-2021


Bradley Cooper e Irina shayk paparazzati insieme: crisi superata?

Nicola Pisu su Miriana Trevisan: “Dopo il GF? Non voglio più vederla”