L’attore racconta del suo nuovo film “Lasciarsi un giorno a Roma” della sua carriera nel cinema e di come è stato importante per lui la “lentezza” imposta dal lockdown.

In occasione di un’intervista a Vanity Fair, Edoardo Leo parla del suo ultimo film Lasciarsi un giorno a Roma al cinema dal 1 gennaio. Lo ha scritto durante il lockdown dovuto al Covid e proprio in quell’occasione l’attore ha riscoperto l’importanza della lentezza come “pregio”.

Le dichiarazioni di Edoardo Leo

L’attore parla del suo film e dichiara: “In un film in cui si parla di coppie che faticano a comunicare e a dirsi la verità, il lockdown mi ha permesso di approfondire il fatto che due persone non riuscissero a parlare nonostante la convivenza forzata. Prima era il non avere il tempo di parlarsi, dopo è diventato qualcos’altro”.

Edoardo Leo parla del desiderio di fare l’attore e se gli è venuto subito o meno: “Neanche minimamente. Non vengo da una famiglia di artisti, avevo dei sogni più medi: all’inizio ho provato a fare il calciatore, ma non ci sono riuscito. Il piano b era, appunto, fare l’insegnante. A scuola ne ho avuto uno illuminante che mi ha passato la passione per la letteratura, le poesie, e l’arte perchè la vedevo nei suoi occhi mentre insegnava. Quella figura mi ha fatto pensare che, quando c’è un grande entusiasmo, riesci a comunicarlo anche agli altri.”

Sulla lentezza dichiara: “La lentezza è un pregio. La pausa imposta dal lockdown mi è servita per ragionare, pensare, riscrivere. Non è andato buttato quel tempo, anzi è stato utile“.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 30-12-2021


Quando si sposeranno Francesca Cipriani e Alessandro Rossi? Ecco la data

Topo si aggira nella Casa del GF Vip: l’incontro è con Gianmaria