Eclissi solare parziale del 25 ottobre: in che modo possiamo vederla e a che ora in Italia.

Lo spettacolo della natura torna nei cieli italiani. Martedì 25 ottobre 2022 sarà possibile assistere anche nel nostro Paese a un’eclissi solare parziale, fenomeno astrofisico che si verifica quando la luna, in corrispondenza del novilunio, si trova a transitare davanti al disco solare, di fatto nascondendolo alla vista. A differenza dell’eclissi totale, però, quella parziale non occulta del tutto la sfera solare, ma solo in parte. L’evento sarà visibile in tutta Italia. Ecco dove e in che modo.

Quando vedere l’eclissi solare parziale

Come abbiamo già accennato, l’eclissi potrà essere vista in tutta Italia, con alcune differenze in base alla posizione geografica. A Roma avrà inizio alle 11.25 e terminerà alle 13.19, raggiungendo il culmine alle 12.21. Leggermente in ritardo potremo vederla a Catania, dove l’eclissi avverrà tra le 11.36 e le 13.26, mentre a Bologna arriverà prima (dalle 11.20 alle 13.16).

Eclissi solare
Eclissi solare

La durata dell’evento sarà quindi dappertutto di un paio d’ore e inizierà all’incirca poco dopo le 11 per terminare non oltre le 13.30. Per chi non potesse assistere all’evento dal vivo, sarà possibile ammirare questo straordinario fenomeno astrofisico attraverso una diretta streaming disponibile dalle ore 11 sul sito del Virtual Telescope Project.

Eclissi parziale: quanto sarà coperto il sole?

Rispetto all’eclissi totale, come abbiamo avuto modo di anticipare, quella parziale prevede una copertura del disco solare non totale. Anche in questo caso la percentuale di disco coperto dalla luna sarà diversa a seconda della posizione geografica. Il massimo oscuramento italiano avverrà a Udine e dintorni, con una percentuale del 22,74%, mentre sarà molto meno evidente a Cagliari, con una percentuale del 7,86%. A Milano supera il 16%, mentre a Roma arriva al 15,70%.

Come vedere l’eclissi solare

Detto questo, vale la pena sottolineare alcune indicazioni valide per ogni eclissi,da quella solare a quella anulare. Innanzitutto, non vanno mai guardate a occhio nudo, in quanto l’osservazione diretta può provocare gravi danni alla nostra vista. Necessario munirsi quindi di alcune strumentazioni adeguate, sia quelli che ci consentono di ammirare l’evento indirettamente che direttamente, come ad esempio gli occhialini AstroSolar, degli occhiali specifici che permettono ai nostri occhi di rimanere completamente protetti dai raggi solari.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 25-10-2022


Whatsapp down: tante segnalazioni per il disservizio il 25 ottobre

Quanto guadagna un ministro? Ecco le cifre degli stipendi