Una donna originaria dell’Est è stata trovata morta nel suo appartamento a Trieste, la polizia si è recata sul posto per notificarle un atto giudiziario e la trova esanime.

Un caso molto particolare è accaduto a Trieste da qualche ora. Una donna è stata trovata morta dalla polizia che si era recata a casa sua per notificarle un atto giudiziario inerente alle violenze subite dal suo ex compagno. La polizia sta indagando sull’accaduto, non escludendo nessuna pista.

La donna è morta in casa e la polizia ha allertato i vigili del fuoco che hanno trovato il corpo

La donna che è stata trovata morta nel suo appartamento aveva circa 40 anni ed era originaria dell’Est. In passato aveva denunciato l’ex compagno per violenze e la polizia si stava recando da lei proprio per notificarle un atto inerente alla denuncia. A questo punto, la polizia ha allertato i vigili del fuoco i quali hanno trovato il corpo.

Adesso si sta indagando su varie piste: omicidio, overdose, suicidio ma ad allarmare sono anche le lamentele dei vicini che hanno sentito litigare la donna con un uomo, all’interno della casa. Su TG Com 24 si legge: “Il decesso risalirebbe a mercoledì e non ci sarebbero evidenti segni di violenza sul corpo. Secondo gli inquirenti, si sarebbero però verificati alcuni litigi tra la vittima e un uomo all’interno dell’appartamento. Secondo quanto riferiscono alcuni vicini di casa, l’ex compagno sarebbe stato causa di confusione all’interno del condominio e avrebbe anche minacciato gli inquilini. Nell’appartamento non sarebbero state trovate tracce ematiche evidenti.”

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 02-12-2021


Delitto Meredith Kercher: Raffaele Sollecito accusa Rudy Guede: “Dice solo bugie”

In un liceo di Nuoro vietati piercing e unghie lunghe: studenti in sciopero