Ginevra Piscitelli, figlia delle capo ultras Fabrizio ‘Diabolik’ Piscitelli, ha commentato la notizia dell’arresto del presunto killer di suo padre.

Sono trascorsi due anni da quando Fabrizio Piscitelli, detto da tutti Diabolik, rimase vittima di un tremendo agguato perpetrato da ignoti al Parco degli Acquedotti a Roma. Nelle ultime ore è stato arrestato per l’omicidio dell’ex capo ultras Raul Esteban Calderon, 52enne argentino. Sulla notizia si è espressa Ginevra Piscitelli, figlia di Diabolik:

“Non si può spiegare a parole cosa ho provato appena ho letto. Posso dire che siamo molto contenti e soprattutto sollevati, non ce lo aspettavamo, nella tragedia è stata per noi una bella notizia. È un bel regalo di Natale. Nessuno ci ha informato prima di quanto sarebbe successo”, ha dichiarato la ragazza (stando a quanto riporta Fanpage).

Diabolik: arrestato il presunto killer

La famiglia Piscitelli ha potuto finalmente tirare un sospiro di sollievo: dopo due anni il presunto killer dell’ex ultras Fabrizio Diabolik Piscitelli, è stato arrestato. A incastrarlo sarebbero state delle telecamere di sorveglianza che hanno ripreso agguato (e anche il volto del killer). Ginevra Piscitelli, la figlia di Diabolik che da due anni è in attesa di scoprire la verità sull’omicidio del padre, ha espresso la sua gratitudine verso le forze dell’ordine e gli investigatori che si sono occupati delle indagini.

“Sapevamo che gli investigatori stavano lavorando ininterrottamente ma a essere sincera avevamo un po’ perso le speranze dopo due anni e mezzo. Il nome dell’uomo che hanno arrestato non ci dice nulla, anche perché le prime notizie trapelate parlavano di un albanese”, ha dichiarato a Fanpage.

Fonte Foto: https://www.instagram.com/ginevrapiscitelli/?hl=it

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 18-12-2021


Crollo della gru a Torino, le urla strazianti: “Non si può morire così, esisterà un Dio…”

Albero di Natale del riciclo realizzato all’uncinetto realizzato da 60 famiglie