Daniela Martani: su Dagospia le rivelazioni piccanti della sua vita sessuale

Daniela Martani, la pasionaria veg conosciuta perchè ex concorrente del Grande Fratello, ha rilasciato dichiarazioni davvero piccanti sulla vita sessuale.

chiudi

Caricamento Player...

Durante un’intervista a Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, Daniela Martani che in queste ultime settimane è finita al centro delle polemiche prima per le sue affermazioni riguardo il terremoto ad Amatrice e poi per aver commentato su Facebook l’intossicazione di cinque romani, che sono finiti in ospedale dopo aver mangiato un panino al ciauscolo in un locale del Pigneto.

Ecco che cosa ha dichiarato Daniela Martani:

“Ho semplicemente dato una notizia, poi ci avevo aggiunto un commento, che è la verità. Mangiare cadaveri non è che fa bene al corpo, se noi facciamo le cose con consapevolezza sapendo che ci fanno del male non possiamo che prendercela con noi stessi. Nella carne ci sono la cadaverina, la putrescina, tutti i conservanti che vengono utilizzati, non sono cose che fanno bene. Indipendentemente dal caso singolo, mangiare il ciauscolo, che è una vera schifezza, è una cosa che fa male”.

Daniela Martani, poi, ha confessato di essere ecosessuale:

“Gli ecosessuali pensano che la terra sia una vera e propria amante, moltiplicatrice di erotismo? E’ una cosa meravigliosa. Io sono ecosessuale, anche San Francesco parlava alle piante, ai fiori e agli alberi.

Infine ha svelato dove le piace fare l’amore:

“Amo profondamente la natura, è la creazione più bella di Dio, dell’universo. E’ bellissimo fare l’amore in mezzo alla spiaggia, sporcandosi tutti di terra, poi è bello abbracciare e baciare gli alberi, la natura va amata come se fossero i nostri genitori. E’ bellissimo amare la terra, io certe volte mi butto per terra in mezzo al prato mentre sto col cane e mi rotolo, coccolo l’erba, la terra, e non me ne frega niente degli altri, se qualcuno mi vede e pensa che io sia pazza non mi interessa”.

Fonte foto: Instagram