Daizy Shely autunno inverno 2017: sfilata vagamente ambigua e sensuale

Daizy Shely autunno inverno 2017 presenta la sua nuova collezione con una sfilata vagamente ambigua, versatile e sensuale

chiudi

Caricamento Player...

Daizy Shely autunno inverno 2017 ha presentato la sua nuova collezione con una sfilata vagamente ambigua, versatile e sensuale. La stilista immagina una donna forte e indipendente, sicura di sè e amante delle sue imperfezioni, dal guardaroba versatile e vagamente ambiguo che le permette di passare dalla notte al giorno senza confini nè inibizioni.

Daizy Shely autunno inverno 2017

Daizy Shely autunno inverno 2017 propone una collezione che ha come fil rouge contrasti ed apparenti contraddizioni.

Austeri pantaloni a vita alta di taglio maschile vengono indossati sotto vestaglie impalpabili e sensuali.

Vestaglie in fil coupé con dévoré di velluto e lurex ispirate agli Anni 40 e corsetti che lasciano il seno scoperto

Babydoll ultra femminili, rubati alla lingerie, spuntano disinvolti sotto rigorosi cappotti classici in lana.

O bomber da aviatore sportivo e maschile con il colletto in elegante e femminile marabù.

La tuta nera che fascia ed esalta le curve scoprendo le spalle ha sul corpetto dettagli come i revers di un blazer maschile.

La gonna a vita alta con spacco vertiginoso si abbina ad un corsetto ispirato al guardaroba di Elisabetta I.

Elisabetta I d’Inghilterra è l’emblema della donna forte e risoluta a cui si ispira Daizy Shely.

Le gorgiere, le piccole ruches sulle giacchine e sugli abiti, i volant, i colori pastello, sono un omaggio all’iconica regina del XVI secolo.

Giorno e sera si sovrappongono senza rigidi confini anche nella scelta dei tessuti, frutto di accuratissima ricerca e accostati in maniera imprevedibile.

Il cappotto casual in lana grossa intrecciata assume un’allure sofisticata grazie al collo in piume di marabù.

L’abitino romantico di pizzo chantilly celeste polvere è sporcato da un nastro nero vagamente sado-maso.

Al pizzo sangallo classico è aggiunto del filo di lurex che lo rende più invernale e prezioso.

La giacchina corta che sembra di montone è in realtà fatta di piume di struzzo intrecciate.

Le calze a rete a maglia oversize e i cappellini neri austeri si ispirano a Catherine Deneuve ambigua e sensuale del film anni 80 “The Hunger”.

Daizy Shely si rivolge alle donne sicure di sè che amano provocare e stupire…

Da tenere d’occhio!