Sai qual è stato il più grande dispiacere del più celebre tra gli attori degli anni sessanta e settanta, Steve McQueen?

Nato il 24 marzo 1930, Terence Steve McQueen (Vita spericolata) è più di un semplice attore statunitense, è un leggenda. Lo ricordiamo come uno spericolato, una sorta di anti-eroe, e più di una volta fu definito problematico da registi e produttori, ma nonostante tutto i suoi ruoli sono sempre stati di grande rilievo.

Il piccolo Steve ebbe un’infanzia difficile

– Papà era uno stuntman ma, quando abbandonò sua madre, del piccolo Steve si occupò uno zio, fino all’età di 12 anni.

– A soli 14 anni era membro di una gang di strada. La madre, preoccupata, lo mandò in una scuola di correzione, la California Junior Boys Republic presso Chino Hills.

– Per 3 anni prestò servizio nei Marines.

– L’esordio di Steve McQueen fu nel film Lassù qualcuno mi ama (1956) di Robert Wise, ma la fama arriva con il ruolo di Vin nel western I magnifici sette (1960) di John Sturges.

– Porsche, Ferrari, Jaguar, Mercedes, McQueen possedette quasi tutte le più famose auto sportive dell’epoca, ma con suo grande dispiacere non riuscì mai a venire in possesso della Ford Mustang GT utilizzata nel film Bullitt.

Steve McQueen: morte, malattia e vita privata

– Nel 1979 gli venne diagnosticato un tumore associato all’esposizione all’amianto, (materiale rivenuto nelle tute dei piloti automobilistici). L’attore morì in una clinica messicana, dopo due attacchi cardiaci, il 7 novembre 1980.

– Dopo la morte, fu cremato: le sue ceneri furono disperse nell’Oceano Pacifico.

– Ebbe 3 mogli: Neile Adams, dalla quale ebbe due figli, l’attrice Ali MacGraw (Getaway!) con cui ebbe una relazione piuttosto tumultuosa, e infine la modella Barbara Minty, sposata 10 mesi prima di morire.

steve mcqueen

I motori, che passione!

– La sua passione per i motori è nota, ma pochi sanno che amava fare a meno delle controfigure. L’attore si cimentò in parecchie gare automobilistiche (e motociclistiche) e considerò più volte l’ipotesi di abbandonare il cinema per dedicarvisi completamente.

– La sua collezione di moto comprendeva oltre 100 modelli, per un valore di vari milioni di dollari.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 23-03-2017


Anna Galiena racconta la sua difficile infanzia e il complicato rapporto col padre

Samantha De Grenet contro Raz Degan all’Isola dei Famosi 2017, ecco cosa ha detto