Costo passaggio di proprietà: come calcolare il costo totale e quali sono le voci che determinano la tariffa.

Per chiunque si avvicini all’acquisto di un’auto usata il costo del passaggio di proprietà diventa un argomento di grande rilevanza. Sappiamo infatti che quando si acquista un veicolo di seconda mano si va incontro a quella procedura, denominata anche voltura o trapasso, che di fatto rende ufficiale il trasferimento della proprietà da un individuo a un altro. Si tratta di una procedura obbligatoria che ha un costo variabile. Dipende infatti da alcuni fattori. Su tutti, la tipologia di vettura e la provincia di residenza.

Passaggio di proprietà auto: un costo da calcolare?

Nel momento in cui stai per acquistare un’auto usata, non puoi non mettere in conto la procedura burocratica per completare il passaggio di proprietà. La richiesta può essere presentata, dal nuovo proprietario o da un incaricato munito di delega, presso lo Sportello telematico dell’automobilista, gli uffici della Motorizzazione Civile, le delegazioni dell’Automobile Club e le agenzie abilitate in pratiche auto. In alternativa, si può avanzare richiesta anche in Comune, in maniera autonoma.

concessionaria auto mostra auto
concessionaria auto mostra auto

Il termine per fare richiesta prevede un massimo di 60 giorni dal momento della firma del venditore sull’atto di vendita. In caso di ritardo si incappa necessariamente in sanzioni. Ma cosa serve per presentare richiesta di voltura auto? Avrai bisogno di un’istanza unificata, debitamente compilata e firmata, la carta di circolazione, il certificato di proprietà (cartaceo o digitale), l’atto di vendita con firma del venditore in bollo (o atto pubblico, contratto o sentenza in copia conforme all’originale), copia fronte-retro di un documento d’identità e del codice fiscale dell’acquirente, e infine la copia del permesso di soggiorno, qualora l’acquirente fosse un cittadino extracomunitario.

Come calcolare il costo del trapasso auto

Ma quindi quanto costa il passaggio di proprietà di una macchina? Fermo restando che il prezzo varia a seconda dell’auto e della provincia di appartenenza, e che spesso cambia anche nel corso degli anni, il passaggio è composto da queste spese: l’Imposta provinciale di trascrizione, proporzionale rispetto alla potenza (a partire da 181 euro per le auto fino a 53 kW); 27 euro di emolumenti ACI; 32 euro per l’istanza unificata; 16 euro per il documento unico; 10,20 euro per i diritti della Motorizzazione Civile; 16 euro di imposta di bollo per autenticare l’atto.

Inoltre, vanno aggiunti i costi del servizio per coloro che si rivolgono allo STA o ad agenzie specializzate in pratiche auto. Ma dov’è che costa meno il passaggio di proprietà? Considerando che tra costi fissi (circa 85 euro) e IPT (non inferiore ai 150 euro), non è possibile pagare la voltura meno di 235 euro circa, agendo in autonomia è possibile risparmiare almeno sui costi aggiuntivi. Tuttavia, per farlo bisogna prestare massima attenzione a procedure e pagamenti, per non incappare in qualche errore.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 09-08-2022


Frasi Sfera Ebbasta: quali sono le citazioni che i fan amano di più?

Libri per chi ama viaggiare: titoli per coloro che hanno bisogno di una fuga, anche solo mentale