Come essere produttivi al lavoro: 6 strategie che funzionano davvero

Essere più produttivi a lavoro, evitando inutili distrazioni e perdite di tempo, è possibile. Vediamo quali sono le strategie migliori e i consigli degli esperti.

chiudi

Caricamento Player...

Soprattutto quando si lavora al computer, essere concentrati e produttivi è difficile. Evitando di commettere alcuni banalissimi errori, come distrarsi sui social networks, è però possibile riuscirci.

A dirlo è Carson Tate, fondatrice di Working Simply, società di consulenza americana specializzata in organizzazione e produttività, che di recente Repubblica.it ha intervistato, per avere alcuni consigli su come essere produttivi a lavoro. Vediamo quali sono i suoi suggerimenti.

Come essere produttivi a lavoro

Come essere produttivi al lavoro

  • Innanzitutto, bisogna evitare di distrarsi sui social o leggendo le email. Secondo la Tate, infatti, “quando si passa dalla email o da una pagina di Facebook a un compito che dobbiamo svolgere, al nostro cervello occorrono da cinque a venti minuti per riconquistare la concentrazione”. Ciò vuol dire che controllando i social mentre stiamo lavorando ci farà impiegare il doppio del tempo necessario per portare a termine i nostri compiti.
  • Molto utile è suddividere il tempo in “compartimenti stagni”. Ad esempio, se bisogna fare delle telefonate e rispondere a delle email, è meglio finire prima tutte le telefonate, poi dedicarsi alle mail e poi svolgere gli altri compiti in ordine.
  • Per migliorare la produttività a lavoro, è bene evitare il sovraccarico mentale. Prendersi 10 minuti ogni mattino per stilare una lista delle cose da fare può essere di grande aiuto.
  • Quando si hanno molte cose da fare, è fondamentale dare la precedenza a quelle più importanti e redditizie, soprattutto se si lavora in proprio.
  • Se si lavora in ufficio, bisogna individuare gli stili produttivi dei colleghi, per capire come operano e migliorare la collaborazione.
  • Infine, bisogna lavorare in “modalità vacanze”, ovvero fingendo di avere sempre un tempo limitato e delle scadenze da rispettare. “Avete presente quando dovete andare in vacanza? Ripulite la scrivania, organizzate l’email, preparate il lavoro per il vostro ritorno. Utilizzate lo stesso metodo anche quando le vacanze sono lontane”, conclude l’esperta.