Come curare il piercing al capezzolo

La cura quotidiana del piercing al capezzolo è fondamentale per avere una guarigione totale e non incorrere in infezioni della pelle anche serie.

chiudi

Caricamento Player...

Non è sufficiente farsi fare i piercing, ma è fondamentale la loro cura una volta applicati al corpo per un periodo iniziale più o meno lungo, a seconda della persona e del tipo di piercing, che si conclude con la cicatrizzazione della ferita.

La guarigione e di conseguenza la cura del piercing al capezzolo variano molto da persona a persona, possono essere necessari pochi mesi o addirittura anni. Durante questo periodo il piercing al capezzolo necessita della cura del foro mediante la sua pulizia quotidiana per non incorrere in infezioni della pelle anche serie.

La cura del piercing al capezzolo prevede la detersione del foro e del gioiello una o due volte al giorno utilizzando saponi disinfettanti suggeriti dal professionista cui ci si è rivolti per mettere il piercing.

L’eccessiva pulizia del piercing al capezzolo potrebbe allungare i tempi di guarigione per irritazione della zona. Quando la cura e pulizia del piercing al capezzolo viene fatta una sola volta al giorno è consigliato farla la sera, ma la frequenza della pulizia (se una o due volte al giorno) dipenderà dalle caratteristiche di ognuno (pelle, sensibilità della pelle, attività, fattori esterni e ambientali).

La pulizia del piercing al capezzolo deve essere eseguita con mani accuratamente lavate con sapone antibatterico e acqua calda, possibilmente usando anche un paio di guanti in lattice o un gel igienizzante.

Lavarsi le mani prima della pulizia del piercing al capezzolo è fondamentale per evitare di incorrere nel rischio di infezione.

Inoltre, prima della pulizia, il capezzolo deve essere bagnato con acqua tiepida per la rimozione delle piccole crosticine usando un bastoncino cotonato e acqua tiepida.

A questo punto va applicata una piccola quantità di gel detergente sul capezzolo per detergere la zona e il gioiello facendo ruotare da una parte all’altra per favorire la penetrazione del gel detergente nell’area del capezzolo. Trascorso circa un minuto, il capezzolo va risciacquato con acqua corrente muovendo sempre il gioiello avanti e indietro per eliminare completamente il gel detergente all’interno e all’esterno del piercing.

A fine operazione l’area pulita va asciugata con garze o fazzoletti di carta delicatamente.

Il piercing al capezzolo va curato sino a quando non terminerà di formare secrezioni, anche se i tempi di guarigione possono essere lunghi. Infine, per la prima settimana dall’applicazione del piercing al capezzolo deve essere abbinato alla cura quotidiana l’applicazione di Betadine Soluzione due volte al giorno.